Nina: il video del singolo “Making Mistakes”

Comunicato stampa:

«MAKING MISTAKES (Acoustic Version / Quarantine Mood)»
“Making Mistakes nasce con l’intento di abbracciare gli errori. Di accettarli. E poi rinascere da essi.”
NIna, cantautrice classe ’95, spiega così la genesi del suo primo singolo “Making Mistakes”, uscito il 19 febbraio 2020 come preludio a “Revenge”, il suo primo album da solista, registrato presso lo studio di registrazione del Nipa Music Village di Monza. Un lavoro sudato e desiderato molto, che ha subito rallentamenti – causa Covid-19 – ma che sta proseguendo ed uscirà entro il 2020. Blocco forzato che non l’ha fermata, però, dal continuare a mantenere alta la fiamma che muove le corde di questo brano: è uscito oggi, infatti, il “Quarantine Mood” di Making Mistakes. Una versione acustica registrata insieme a Marco D’Andrea (Planethard, Marco D’Andrea project, Mameli Rock), produttore artistico del brano. Che spiega:

“Making Mistakes” trasuda energia. È un manifesto di rabbia e accettazione, allo stesso tempo, della fragilità delle persone di fronte alle proprie scelte. Che, a volte, si rivelano essere errori.

Il brano, genere alternative spiega NIna “perché non so e non voglio
darmi un genere. Mi piacciono i chitarroni pesanti e la musica classica…” è presente su tutte le piattaforme di ascolto digitali. La versione acustica è stata lanciata con un video su YouTube (rigorosamente homemade) con l’obiettivo di mostrare che anche da casa si può fare un po’ di sano rock’n’roll! Siamo curiosi di vedere cosa ci porterà NIna, una volta liberati
dal Coronavirus. Una ventata di energia e una nuova voce femminile nel panorama rock/metal italiano. Noi stiamo a guardare!
Making Mistakes (Acoustic Version / Quarantine Mood):

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login