Michael Sweet (Stryper): “Non capisco le differenze che nascono dalle confessioni”

E’ noto a tutti come gli Stryper siano sempre stati una band molto legata alla Fede e alla religione, un’affezione spesso controversa e mal vista dal pubblico metal, ma che non ha impedito a Michel Sweet di far breccia anche nei cuori dei metallari più ruvidi. Non potevamo non parlarne proprio con il mastermind. Al contrario di quello che tanti potrebbero pensare, Sweet dimostra una visione molto personale della Fede, lontana dalla religione e dai dogmi. Ecco quello che ci ha detto.

Di che confessione religiosa sei Michael?

Sono cresciuto e divenuto adulto come battista ma ora seguo una chiesa in cui non c’è una denominazione o confessione e viene visitata e seguita da luterani, battisti, cattolici, ecc. Preferisco una chiesa che mette da parte la religione e pone l’attenzione principale sulla Bibbia. Non sono un fan delle religioni in quanto spesso la storia e la loro tradizione influenza il messaggio originale della Bibbia. Lo stesso vale per gli altri membri della band; mia moglie ad esempio è cresciuta come cattolica e c’è grande rispetto per la sua religione che è ricambiata dai suoi famigliari ed amici nei nostri confronti.

Mi fa piacere questa risposta perché mi ero sempre chiesto quale fosse il tuo punto di vista sulla fede e la religione…

Si… posso aggiungere che per me essere cristiano significa credere in Cristo, seguire Cristo, essere Cristo, seguire il suo esempio. Non capisco invece le differenze che nascono della confessioni e che dividono i cristiani; noi dovremmo amarci a vicenda, abbracciarci, esser vicini e non divisi anche se non crediamo esattamente nelle stesse cose o abbiamo stili di vita differenti.

Stryper

tommaso.dainese

view all posts

Folgorato in tenera età dall'artwork di "Painkiller", non si è più ripreso. Un caso irrecuperabile. Indeciso se voler rivivere i leopardi anni '80 sul Sunset o se tornare indietro nel tempo ai primi anni '90 norvegesi e andare a bere un Amaro Lucano con Dead e Euronymous. Quali siano i suoi gusti musicali non è ben chiaro a nessuno, neppure a lui. Dirige la truppa di Metallus.it verso l'inevitabile gloria.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login