Michael Schenker: “Gli Scorpions non combinano niente di buono da 23 anni”

Michael Schenker  è sempre stato un personaggio senza peli sulla lingua: spigoloso ed affilato come le sue trame di chitarra. In una recente intervista radiofonica concessa all’ “Eddie Trunk Live” il chitarrista tedesco non risparmiato critiche nei confronti della band del fratello Rudolf. Frecciate sulle edizioni speciali per celebrare i 50 anni della band, accuse per non aver mantenuto la promessa della “fine” degli Scorpions (Michael Schenker fa riferimento al tour di “addio” del 2010), fiele sul rapporto con il fratello fino ad arrivare a quella più “infamante”: non aver combinato niente a livello musicale dal 1993.

Gli Scorpions compiranno 50 anni nel 2020 e conto gli anni dal primo disco della band, non dalla loro formazione. Sono contento che mio fratello si goda il successo. Ho sempre sostenuto il successo di Rudolf. Ho sempre dichiarato “Finchè Rudolf è contento….” . Ha ottenuto quello che volevo ed io ho ottenuto quello che volevo. Mettiamo insieme i pezzi: hanno immesso sul mercato un box set per festeggiare i 50 anni degli Scorpions e non sono 50 anni compiuti. Hanno affermato di volersi ritirare dalle scene e poi nel 2015 fanno uscire un nuovo album. Sono cazzate. Sono diventati ciechi e sordi, vecchi e pelati. Non hanno più niente a che fare con la musica.

E poi altre pietre:

Quando me andai dagli Scorpions per entrare negli Ufo gli Scorpions hanno copiato tutto quanto fatto dalla band inglese. Se vengono ascoltati i vecchi dischi si può sentire senza ombra di dubbio che ogni volta che abbiamo fatto un album loro hanno subito assunto lo stesso art designer. Rudolf ha completamente adottato la mia immagine e ha fatto in modo di far credere alle persone di essere lui l’unico. Vuole che ci sia poca chiarezza. Sta solo giocando uno stupido gioco.

Fino al “colpo di grazia”:

E’ un wannabe è un signore degli inganni. Non parlerò mai a nessuno di questo: Rudolf sa esattamente cosa ha fatto di sbagliato e sa come aggiustare il tutto. Io sono molto chiaro e non devo parlare con nessuno. Ma se sei così assuefatto dal successo ed hai rovinato tutto per otternerlo non hai niente a che fare con me. Suono: per me ruota tutto intorno alla musica. Gli Scorpions non scrivono le loro canzoni: negli ultimi 23 anni hanno tagliato fuori Hermann Rarebell e Francis Bucholz che sono stati parte integrante del loro successo commerciale negli anni ’80. Non dividono i premi, non dividono niente. Sono solo 3 persone avide (e qui Michael Schenker si riferisce con molta probabilità a Jabs, Meine e Rudolf Schenker nda.). Negli ultimi 23 anni non hanno combianto niente di buono. Hanno solamente tratto profitto dal passato e dal lavoro svolto insime ad Hermann e Francis. Stanno imbrogliando le persone. Sono davvero arrabiato con Rudolf, non sono amareggiato. Sono sempre stato chiaro e sono arrabbiato. Sarà Rudolf a rendere conto di tutto questo. E’ tutto sulle sue spalle. Può fare quello che vuole ma io starò alla larga da lui.

Michael Schenker

 

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. paul VH

    Si perché te , Schenker che fsi di buono ? Saranno 30 anni che non tiri fuori nulla di decente .

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login