Mastodon: ascolta il nuovo brano “Pushing The Tides”

Comunicato stampa:

I Mastodon annunciano la pubblicazione del loro nuovo e attesissimo nono album in studio dal titolo HUSHED AND GRIM il 29 ottobre su etichetta Reprise Records. Il nuovo album è il primo doppio del quartetto heavy rock e il primo da Emperor of Sand del 2017, che ha fatto guadagnare alla band di Atlanta un GRAMMY® Award nella categoria “Best Metal Performance” – la loro prima vittoria dopo cinque nomination. EOS ha anche raggiunto la posizione #1 nella Billboard Top Album Sales chart, la posizione #1 nella Billboard Hard Rock Chart e la posizione #7 nella Billboard Top 200, mentre “Show Yourself”, tratto da EOS, ha segnato il loro ingresso più alto nella Active Rock, raggiungendo la posizione #4.

Durante lo scorso anno, la band ha registrato HUSHED AND GRIM nella sua città natale, collaborando con il produttore David Bottrill [Tool, Rush, Muse, Peter Gabriel]. Questo è l’album più ambizioso della band fino ad ora, con 15 tracce che spaziano tra rock, psichedelia, punk, metal, alternative e prog, sapientemente amalgamati da questi grandissimi quattro musicisti. Allo stesso tempo, un’atmosfera molto reale di perdita, solitudine e nostalgia caratterizza il trio di voci mentre dicono musicalmente addio al vecchio amico, confidente e manager di lunga data, il compianto Nick John, costruendo un opus magnum che porta la sua memoria verso l’eternità.

Il primo brano tratto dell’album è “Pushing The Tides”. I suoi riff graffianti e i suoi ritmi martellanti anticipano un ritornello lungo innalzato da una melodia spettrale del coro.

HUSHED AND GRIM rappresenta il passo successivo nel percorso infinito di crescita della band. Ancora una volta i Mastodon sono cresciuti esponenzialmente come autori di brani e come musicisti che trascendono i generi e che rifiutano di conformarsi conservando l’integrità che li ha fatti diventare una delle band più iconiche ed influenti nel panorama della musica rock moderna. Rimuovendo i confini e creando in forma libera si sono evoluti in una combinazione di ritrovata fiducia melodica e la loro complessità musicale è rimasta intatta. Alla fine HUSHED AND GRIM è schietto, ipnotico e struggente.

Mastodon hanno sfidato tutte le aspettative e piegato il mainstream al loro capriccio. Sono stati ospiti al Jimmy Kimmel LIVE! della ABC, al Late Night with Seth Meyers della NBC, all’interno di Game of Thrones della HBO, di Counting Cars di The History Chanel, di Ride with Norman Reedus della AMC e oltre. Per non parlare del fatto che la loro musica può essere ascoltata in Monsters University e Bill & Ted Face The Music della PIXAR, nella colonna sonora di Transformers: Dark of the Moon e hanno collaborato con la DC Comics realizzando la colonna sonora di Jonah Hex del 2010 e più recentemente per DARK NIGHTS: Death Metal Series .

I Mastodon sono sempre stati fedeli a sé stessi e al loro pubblico senza mai compromessi.

HUSHED AND GRIM Tracklisting:

DISC 1

  1. Pain With An Anchor
  2. The Crux
  3. Sickle And Peace
  4. More Than I Could Chew
  5. The Beast
  6. Skeleton Of Splendor
  7. Teardrinker
  8. Pushing The Tides

DISC 2

  1. Peace And Tranquility
  2. Dagger
  3. Had It All
  4. Savage Lands
  5. Gobblers Of Dregs
  6. Eyes Of Serpents
  7. Gigantium

VINYL

Side One:

  1. Pain With An Anchor
  2. The Crux
  3. Sickle And Peace
  4. More Than I Could Chew

Side Two:

  1. The Beast
  2. Skeleton Of Splendor
  3. Teardrinker
  4. Pushing The Tides

Side Three:

  1. Peace And Tranquility
  2. Dagger
  3. Had It All
  4. Savage Lands

Side Four:

  1. Gobblers Of Dregs
  2. Eyes of Serpents
  3. Gigantium

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login