Marillion: due date live in Italia ad ottobre

Comunicato stampa:

In arrivo due concerti per i Marillion in Italia.

I loro grandi classici e i brani del nuovo album “FEAR” impreziositi da un fantastico light show

Dal vivo il loro suono ha potenza e raffinatezza, non rinnega il passato e attinge al presente per entrare nel futuro: tra i più credibili interpreti del rock contemporaneo, oltre i suoni progressivi dei loro primi album…

All’esercito degli appassionati nostrani dei Marillion non poteva bastare quell’unica data italiana sold out, seppur memorabile, del 2016, 10 settembre al Teatro Romano di Verona.

Così i musicisti britannici hanno deciso di tornare per due eventi a Roma e Milano, in posti dove la musica, le luci e l’ambientazione si fondono in modo mirabile, creando il vero e proprio “Universo Marillion”, fuori dal tempo e dallo spazio:

Martedì 3 ottobre a Roma- Auditorium Parco della Musica (Sala S.Cecilia)

Giovedì 4 ottobre a Milano – Teatro degli Arcimboldi

Il gruppo sta ottenendo straordinari consensi mondiali di pubblico e critica (primo posto nelle classifiche della rivista Prog UK in ogni categoria) con FEAR, Fuck Everyone And Run, loro diciottesima opera in studio, edita il 23 settembre.

Sold out ovunque per i loro concerti – dice Steve Rothery:

Siamo davvero fortunati perché la risposta della gente è fantastica ovunque suoniamo, persino nei paesi non di lingua inglese. C’è qualcosa nella nostra musica che sembra abbattere ogni barriera linguistica.

La passione per la dimensione live è intensa anche in Steve Hogarth:

Il concerto è l’aspetto che preferisco del mio lavoro. La possibilità di condividere uno stato d’animo con quelli che capiscono le mie parole e, di conseguenza, anche me, persino quando non conoscono l’inglese. I fan sono talmente legati alla nostra musica che prima dei concerti leggono e approfondiscono le parole: pochi artisti possono vantare una relazione così personale con il proprio pubblico. Ho avuto il privilegio di suonare davanti a 80.000 persone ma anche davanti a 200… l’ho apprezzato allo stesso modo.

Riguardo il rapporto con la discografia Steve Rothery afferma:

Mai più con una major discografica. Ogni artista nel corso della propria carriera commette diversi sbagli, inutile pensare di evitarli… non è possibile. Alcuni li puoi rifare perché nel corso del tempo, dedicandoti alla musica, puoi dimenticarli. Si afferma spesso: mai dire mai. Però alcuni errori ti segnano a vita e stai bene attento a cercare di non compierli nuovamente. Come, per esempio, firmare per una major discografica alle loro condizioni!!!.

Tra i pionieri del crowfunding, con i loro 30 milioni di dischi venduti, possono essere considerati gli alfieri più credibili del rock negli ultimi decenni.

I MARILLION HANNO OTTENTO MOLTI RICONOSCIMENTI AI PRESTIGIOSI PROG UK AWARDS 2016

Gruppo: Marillion

Album: FEAR

Concerto: Marillion FEAR Tour

Chitarristi: Steve Rothery

Cantanti: Steve Hogarth

Bassisti: Pete Trewavas

Tastieristi: Mark Kelly

Batteristi: Ian Mosley

Uomo dell’anno: 1° Steve Hogarth – 4° Steve Rothery

Donna dell’anno: 4° Lucy Jordache/Marillion Manager

Ufficio stampa

INFORMAZIONI CONCERTO

3 Ottobre 2017 Roma ORE 21:00 Auditorium Parco Della Musica Sala Santa Cecilia

Via Pietro de Coubertin, 30, 00196 Roma

4 Ottobre 2017 Milano ORE 21:00 Teatro degli Arcimboldi

Viale dell’Innovazione, 20, 20126 Milano

Biglietti in prevendita su Ticketone e nei punti vendita del relativo circuito.

Infoline: 329 3624612

Prezzi dei biglietti con diritti di prevendita già inclusi:

Roma: Prima Platea 57,50 € Seconda Platea 46 € Prima Galleria 34,50 Seconda galleria 25 €

Milano: Platea Bassa 57,50 €, 46 € Platea Alta 35 €

Prima Galleria: 28,75 €

Seconda Galleria: 25 €

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login