Linkin Park: cancellano il tour negli USA; confermata la morte per impiccagione di Chester Bennington

Ci sono momenti in cui lo show non deve andare avanti. Come in molti si aspettavano, i Linkin Park hanno annunciato la cancellazione del loro tour negli Stati Uniti, dopo la tragica morte del loro frontman Chester Bennington, ritrovato senza vita lo scorso 20 Luglio nella sua casa di Palos Verdes Estates.

Ecco quanto riportato dai promoter del tour:

“Siamo incredibilmente rattristati dalla notizia della morte di Chester Bennington. I rimborsi saranno disponibili nei punti di acquisto dei biglietti. I nostri pensieri vanno a tutti coloro che sono stati travolti dalla tragedia.”

Intanto, il medico legale ha definitivamente accertato le cause della morte, attribuite ad un suicidio per impiccagione. Il corpo di Bennington, 41 anni, è stato rinvenuto con una cintura intorno al collo, fissata alla porta di una delle camere da letto della casa dell’artista.
Nella stanza era presente anche una bottiglia di alcool semivuota.
Non è stato trovato alcun biglietto d’addio ma, come ricordano molti fan, Chester Bennington aveva dichiarato in alcune interviste di aver considerato in passato l’ipotesi del suicidio, a causa degli abusi subiti da piccolo da un uomo adulto.
Intanto, sono stati disposti gli esami tossicologici sul corpo dell’artista, che da anni ocmbatteva contro l’abuso di alcool e droghe.

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login