L.A. Guns: “Ci servono meno rapper e più artisti come Prince”, parola di Phil Lewis

Phil Lewis, frontman degli L.A. Guns, ha fatto dei controversi commenti sulla musica afro-americana, introducendo ricordando il compianto Prince durante un concerto tenutosi lo scorso 22 Aprile, nel Maryland.
Phil Lewis ha parlato della prima esibizione degli L.A. Guns al First Avenue di Minneapolis, il locale che lo stesso Prince aveva trasformato in un luogo di culto, inserendolo nel suo film del 1984 dal titolo “Purple Rain”.
Introducendo il classico degli L.A. Guns, “Ballad Of Jayne”, Lewis  ha fatto delle dichiarazioni destinate a far discutere:

“Ricordo che stavamo lavorando all’album ‘Cocked & Loaded’, eravamo in tour, e ci dissero che c’era un posto in cui potevamo suonare, in Minnesota. Si chiamava First Avenue e all’epoca non ne sapevo molto. Ma dopo aver visto il film, ho capito.
A tutti piaceva questo Prince, giusto? Era veramente figo, perchè avevi la parte pesante e poi quella pop.
Il problema, adesso, – e non voglio essere razzista – è che le persone di colore sono monodimensionali. Abbiamo bisogno di più gente come Prince. Ci servono meno rapper e più artisti come Prince.”

L.A. Guns

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login