Killin’ Baudelaire: il video ufficiale di “Later / Hater”

Comunicato stampa:

E’ uscito il nuovo video, ‘Later / Hater’, dell’alternative metal band tutta al femminile KILLIN’ BAUDELAIRE, tratto dall’ultimo lavoro discografico, “VERTICAL HORIZON”, uscito a marzo in Italia per Bagana.

“LATER / HATER” arriva dopo il singolo apripista ‘Lullaby’, rappresenta un’ironica autocritica della formazione che testimonia come a volte le apparenze possano ingannare e come quattro ragazze che da fuori sembrano pronte a spaccare il mondo siano in realtà molto semplici, esseri umani con tante insicurezze, paure e infiniti sogni da realizzare…

I still know who you areBe cool, ’cause we’re too much busy finding our flaws
Now it’s your time to withdraw
Don’t worry they’re not one, these fucking bitches are four!

Testo e musica ad opera dell’intera formazione, produzione artistica di Titta Morganti e Francesco Altare. Registrazioni e mix di Francesco Altare presso 33HZ Studio di Trezzo sull’Adda (MI), master ad opera di Riccardo Parenti, presso Elephant-Mastering Studio di Roma.

Il nuovo album, “VERTICAL HORIZON”, è una miscellanea di emozioni, sentimenti di rivalsa, tutti accumunati dal desiderio di elevazione, come del resto racconta l’omonima canzone che chiude il lavoro. Come la medusa, che si sposta dolcemente dal basso verso l’alto (o viceversa), così è il concetto che accompagna queste tredici canzoni. Accettare i momenti profondi come abissi e anelare a quelli più vividi e concilianti.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login