Kerry King: “Iron Maiden e Metallica vivono sul successo del loro passato”

Con una dichiarazione destinata a far discutere, Kerry King degli Slayer ha detto la sua a proposito di quella che è stata definita da molti come una crisi nel mondo del rock e dell’heavy metal, rivolta in particolare alle band storiche che starebbero dormendo sugli allori e in un certo senso campando di rendita:

Abbiamo pensato di non registrare più nuova musica, anche di fare come hanno fatto i Down, cioè di pubblicare solo quattro brani prima di ogni tour, ma fino a quando non arriverà il momento in cui fare album sarà considerato obsoleto, farete meglio a credere che gli Slayer continueranno a incidere dischi. Sicuramente stiamo vivendo basandoci sulla nostra storia, ma al tempo stesso siamo gli unici che cercano di spingersi oltre. Penso che gli Iron Maiden e i Metallica, senza offesa, stiano vivendo sui loro successi del passato. I Metallica continuano ad andare in tour con brani del Black Album, che non piacciono a tanti. A me piace, è heavy al punto giusto. E’ come “Master Of Puppets”? No di certo, ma è un gran disco. Gli Iron Maiden, per me, stanno vivendo della rendita dei loro primi tre dischi. Hanno fatto dei buoni brani? Sì, ma non hanno più fatto dei grandi dischi. Mi piace pensare che noi invece stiamo facendo ancora dei grandi dischi, e che anche se la gente vuole sentire ancora da noi brani come “Raining Blood” e “Angel Of Death”, al tempo stesso vogliano sentire anche “Disciple” o perfino “Implode”.

Slayer_Alcatraz_Milano_051115_Mairo Cinquetti-23

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login