Keith Emerson: il tastierista aveva problemi a una mano

A pochi giorni dalla sua morte, la fidanzata di Keith Emerson ha rilasciato una dichiarazione a un giornale inglese, secondo la quale il grande tastierista avrebbe sofferto già da tempo di problemi alla mano e al braccio destro, un qualcosa che gli avrebbe reso difficile da tempo suonare. Mari Kawaguchi, 52 anni, ha spiegato in questo modo lo stato d’animo che affliggeva Emerson:

La sua mano e il suo braccio destro gli stavano dando problemi da anni. Alcuni anni fa aveva subito un intervento per rimuovere un muscolo malato, ma il dolore e i problemi ai nervi della mano destra stavano peggiorando. Aveva in programma dei concerti in Giappone e anche se avevamo un tastierista per fargli da back – up, Keith aveva paura. Aveva letto tutte le critiche online e lui era un’anima sensibile. L’anno scorso aveva fatto dei concerti e la gente aveva postato commenti cattivi come: “Vorrei che smettesse di suonare”. Era tormentato dalla paura di non essere più in grado di suonare. Infatti aveva in programma di smettere di suonare dopo i concerti in Giappone. Non voleva deludere i suoi fan. Era un perfezionista e il pensiero che non sarebbe riuscito a suonare in modo perfetto lo rendeva depresso, nervoso e ansioso.

keith-emerson-projects-tempts-the-facts-interview-004

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login