Joe Lynn Turner: i fan dei Rainbow “meritano più di una cover band”

Joe Lynn Turner non le manda di certo a dire e così si sfoga nei riguardi di Ritchie Blackmore e dei vicinissimi concerti del chitarrista nuovamente in versione rock, per eseguire i classici dei Rainbow e Deep Purple, di certo però non con una line-up che i fan si sarebbero potuti aspettare. I rumors di un coinvolgimento di Turner alla voce erano stati confermati dallo stesso Turner, poi però smentito dall’annuncio di Ronnie Romero alla voce.

Sono rimasto shockato. Volevo fosse una cosa autentica questa dei Rainbow; penso che sarebbe stata l’unica via possibile per utilizzare il nome Rainbow. Ho parlato con Bob Daisely, Bobby Rondinelli, Roger Glover, Don Airey. Ci sono tante persone che avrebbero partecipato volentieri. Apparentemente Ritchie non voleva saperne. Ma ho speso un anno buono per lavorare a questo, con Carole Stevens, la sua manager. Ero shockato perchè lei stessa stava per annunciare il mio nome, ho tutte le email che lo provano. C’era una grande agenzia tedesca convolta: “Joe Lynn Turner and Ritchie Blackmore this June, 2016, together again”, questo lo slogan”

Ancora:

Aveva un senso, per noi e soprattutto per i fan. Ho letto che lo fa per la nostalgia; ma allora perchè non farlo nel modo più corretto? Non capisco queste contraddizioni. Almeno si sarebbe fatto con un  gruppo di persone che avrebbero reso il tutto autentico. Avremo onorato l’epoca Dio, Graham Bonnet e Doogie White. Sarebbe stato grandioso. Avremo avuto Jurgen, il figlio di Ritchie, a bordo. Sarebbe stato un grande party. Continuo a grattarmi la testa e chiedermi perchè.

Avevamo una grande operazione in ballo con Live Nation; avevamo la Universal interessata in una pubblicazione di un box set; avevamo Rock Fuel Media, interessata a pubblicare una video release della cosa. Volevo fare anche un nuovo album, magari con quattro pezzi nuovi e alcuni rifacimenti. Sarebbe stato un gran bel pacchetto.

Conclude Turner dicendo:

“Sono veramente occupato e fortunato e voglio ringraziare tutti per l’amore e il supporto degli ultimi anni. Ma avrei voluto che avesse fatto le cose in modo differente per i fan. Penso che i fan si meritino di più di una cover band“.

ritchieblackmorerainbow2016poster

tommaso.dainese

view all posts

Folgorato in tenera età dall'artwork di "Painkiller", non si è più ripreso. Un caso irrecuperabile. Indeciso se voler rivivere i leopardi anni '80 sul Sunset o se tornare indietro nel tempo ai primi anni '90 norvegesi e andare a bere un Amaro Lucano con Dead e Euronymous. Quali siano i suoi gusti musicali non è ben chiaro a nessuno, neppure a lui. Dirige la truppa di Metallus.it verso l'inevitabile gloria.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login