Jill Janus: “Gli Huntress non esistono più”

Jill Janus uccide gli Huntress . Potremmo sintetizzare così le dichiarazioni spiritate della leader che, attraverso i social, ha scelto di esternare il proprio pensiero ed “uccidere” la band  che aveva da poco fatto uscire il nuovissimo “Static”.

La fine. Ve lo avevo detto che la trilogia degli Huntress avrebbe soddisfatto i miei obbiettivi. Nella mia vita ho combattuto con disturbi bipolari, schizofrenia e disturbi dissociativi dell’identità.  Ho sconfitto un cancro all’utero attraverso una devastante isterectomia. Continuerò a creare la mia musica. Secondo le mie condizioni. Vaffanculo i “rumori” senza senso e i troll. Per la mia strada, sempre. Succhiatemelo. Fine.

Questo il post originale

The end. I told ya the Huntress Trilogy would fulfill my purpose. I'm packing it up. Maiden, Mother, Crone. I struggle…

Posted by Huntress on Mercoledì 28 ottobre 2015

marcellafava_2_huntress_013

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login