Iron Maiden: Bruce Dickinson si confronta (ma non infrange) la censura cinese

Gli Iron Maiden pochi giorni fa durante la loro prima esibizione in Cina, a Beijing, hanno dovuto apportare variazioni al loro spettacolo a causa della censura emessa dal Ministero della Cultura cinese.

Nella data di Shangai Bruce ha fatto alcune dichiarazioni dal palco prendendosi gioco di alcune restrizioni ed esprimendo il suo parere, ecco alcuni estratti e il video.

E’ fantastico essere quì questa sera, è stupendo essere in Cina, ve lo devo dire. Ci abbiamo dato dentro a Beijing e pensavamo “E’ stato un pò troppo serio”. Loro hanno delle regole che abbiamo dovuto seguire, ma non abbiamo fatto nessun giuramento. Sapete cosa intendo? C’è un’altra cosa che non posso fare. Penso che indovinerete cosa sia. Ma a non ce ne frega un (silenzio sulla parola “cazzo”) di queste cose.

Bruce a poi continuato:

La cosa più importante è la musica, la cosa più importante è essere quì, voi siete qui e ci divertiremo (silenzio su “fottutamente”)

iron maiden cina

 

Roberto Banfi

view all posts

Punk n roller con ispirazioni gotiche e tracce persistenti di untrue heavy metal, tra Billy Holiday e gli Einsturzende Neubauten sono incappato casualmente negli Iron Maiden. Sogno una collaborazione tra Varg Vikernes e Paolo Brosio. Citazione preferita: ""Il mio dio è più forte"" (Conan il barbaro).

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login