Irist: pubblicato il debut album, “Order Of The Mind”

Comunicato stampa:

Dopo mesi di crescente attesa ed elogi della critica, la band metal della Georgia IRIST ha pubblicato lo scorso 27 marzo il suo album di debutto, “Order of the Mind,” su Nuclear Blast. L’album è ora disponibile per acquisto e streaming su nuclearblast.com/irist-ootm.

Senza preavviso, gli IRIST sono esplosi sulla scena a gennaio con il massiccio singolo “Burning Sage”, che è stato lodato da Kerrang per avere “il throttle e lo swing dei GOJIRA e la bastonata dei MESHUGGAH” e Revolver afferma, “è post-metal senza pretese prolisse, è hardcore senza lo stucchevole bro-speak, e si inchina ai piedi del doom senza i passaggi esaustivi che innervosiscono l’orecchio.”

Da quel momento, gli IRIST hanno avuto un enorme successo, alimentato da schiaccianti singoli come “Severed” e “Creation”. Ora, con l’arrivo di “Order of the Mind”, i fan possono assistere in prima persona all’urgenza e all’intensità dell’album nel suo insieme, come previsto.

La strada per arrivare all’uscita del nuovo album è stata lunga e tortuosa; riflettendoci il  chitarrista Pablo Davila afferma:

Scrivere “Order of the Mind” ha portato noi cinque in un incredibile viaggio. Sono successe molte cose che hanno condotto all’uscita di questo album, sia nella nostra vita che nel mondo in generale. Speriamo sinceramente che questa raccolta di canzoni porti una luce positiva o una qualche forma di significato a coloro che sono disposti ad ascoltare, come sicuramente ha fatto per noi.

Inoltre, la band ha svelato il primo video di una nuova serie intitolata “Making of Order of the Mind,” che offre uno sguardo dall’interno sulla creazione dell’album. Ecco il primo episodio.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login