Hellions: ascolta il nuovo singolo “Thresher”

Gli Hellions hanno pubblicato il nuovo singolo “Thresher”, secondo estratto dal nuovo album “Opera Oblivia“, in uscita il 29 luglio via UNFD.

Il chitarrista Matthew Gravolin spiega:

“Tresher” parla della disillusione esistenziale, la ricerca costante di una via di fuga. Passai una bruttissima giornata e riversai tutto in questa canzone. Siamo rimasti bloccati per un po’ di tempo durante il processo di composizione, musicalmente suona in modo abbastanza dolce, tanto che ne volevamo fare una canzone d’amore, ma alla fine era talmente sdolcinata da risultare troppo diversa dalle altre. Dopo mesi abbiamo quindi deciso di prendere la direzione opposta e rendere più cupi i contenuti. Il contrasto tra il sentimentalismo della musica e la durezza dei testi la rendono una canzone unica. Volevamo che ‘Opera Oblivia’ fosse una via di fuga per i nostri ascoltatori”  dice il chitarrista Matthew Gravolin “Ma più di tutto desideravamo che fosse un modo per parlare delle difficoltà che ci affliggono e per celebrare le nostre vittorie, facendo sì che le persone potessero ritrovarsi nelle nostre parole per molto tempo, anche quando le melodie saranno svanite

Strutturato come una rappresentazione teatrale, “Opera Oblivia” segue i precedenti “Die Young” (2014) e “Indian Summer” (2015) ed è stato registrato ai Karma Sound Studios in Thailandia e prodotto da Shane Edwards. Il quintetto di Sydney – composto dal frontman Dre Faivre, dai chitarristi Gravolin e Josh Campiao, il bassista Chris Moretti e il batterista Anthony Caruso – ha collaborato con Jonathon Deiley (Northlane), Sam Bassal (Ocean Grove) e Duane Hazell (Heroes For Hire).

Questa la tracklist:

10. 25
9. Nuestra Culpa
8. Nightliner Rhaposdy
7. Bad Way
6. He Without Sin ii) Heels of the Hands
5. He Without Sin i) Halation
4. Lotus Eater
3. Thresher
2. Quality Of Life
1. 24

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login