Hellfest: dentro i Down. E la regione della Loira ritira il finanziamento da 20.000 euro

Non si fermano gli strascichi del malaugurato gesto razzista compiuto da Phil Anselmo in occasione dello scorso Dimebash, tenutosi il 22 Gennaio.
Dopo l’esclusione dei Down dal FortaRock Festival in Olanda, è ora la Francia a dire la sua sull’esibizione della band di Phil Anselmo all’Hellfest, che si terrà a Clisson (nella regione dei Paesi della Loira) tra il 17 e il 19 Giugno. Il senatore e rappresentante della regione Bruno Retailleau ha infatti chiesto l’esclusione dei Down dal famoso festival francese, minacciando i promoter dell’evento di ritirare un finanziamento da 20.000 euro fornito dalla regione in cui l’Hellfest ha luogo.
Il patron del festival Ben Barbaud ha rifiutato l’ultimatum e ha confermato lo show dei Down, inserendoli nel bill definito dell’Hellfest. Ha poi ribattuto accusando Retailleau di cercare pubblicità tra le frange di popolazione che, nella regione, sono contrarie allo svolgimento del famoso festival metal.
Ecco quanto dichiarato da Barbaud a difesa della propria scelta:

“Anselmo si è scusato ripetutamente e si è perfino offerto di lasciare la band per non danneggiare i suoi compagni, che sono sicuramente disgustati da quanto è accaduto. Siamo tutti d’accordo che ciò che è successo sia inaccettabile e che la scena metal non sia nè razzista nè antisemita. Conosco molto bene Phil Anselmo, che è stato a Clisson molte volte. E sono convinto che le sue scuse siano sincere. Credo davvero che sia una brava persona. E’ un provocatore che fa la parte del grand’uomo e perde la testa quando è ubriaco. Ha fatto un grosso sbaglio, ma ci sono molte persone che ora fanno dichiarazioni populiste e poi dicono cose assurde quando hanno tre grammi di alcool in corpo.”

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login