Heavy Metal: ecco perché i fan sono così devoti al metal!

Il metal è la musica che da sempre appassiona e unisce sotto la stessa bandiera migliaia di fan provenienti da tutto il globo. Seppur screditato dalla maggior parte della gente comune (e diciamocelo, molto spesso etichettato come la musica del diavolo), il metal negli anni ha decisamente incrementato la propria schiera di eletti, che, nel bene o nel male, ha sostenuto dall’inizio questo genere musicale… ma cosa spinge questi fieri sostenitori ad essere così fedeli a questo specifico tipo di musica?

La risposta, in parte, ci viene fornita da Spotify: la piattaforma per lo streaming musicale ha, infatti, recentemente pubblicato dei dati in cui, per l’appunto, viene dimostrato come i fan siano così leali al metal rispetto alla grande maggioranza degli altri generi musicali, più o meno apprezzabili dal resto dell’umanità. Il servizio, infatti, ha messo insieme una serie di classifiche che mostrano l’interattività della musica messa a disposizione su Internet e ha dimostrato come quest’ultima cambi in base alla zona di locazione. Il metal ne esce vincitore guadagnandosi il pieno titolo, mentre al secondo posto troviamo il pop, seguito dal folk, dal country e dal rock, che guadagnano rispettivamente la terza, la quarta e la quinta posizione.

Proprio Spotify ha individuato il “cuore” di questo successo, composto da un consistente numero di stream degli artisti più ascoltati su questa piattaforma; di conseguenza, da questi dati forniti è stato possibile stilare una classifica degli artisti più seguiti e condivisi sul web: tra questi spiccano nomi di una certa caratura, come Metallica, Slayer, Judas Priest, Iron Maiden, Sepultura, Pantera, Cradle Of Filth e Anthrax.

In un’email scritta a Mashable, Bob Lugowe, direttore della Relapse Records, ha constatato che i fan metallari saranno sempre devoti a questo genere musicale, sottolineando che non importa se si indossa determinati abiti con targhette e toppe dei loro artisti preferiti, se si tatuano i loro idoli sulla pelle o se percorrono lunghe distanze per presenziare un concerto… la dedizione sarà sempre forte sotto ogni punto di vista; inoltre, lo stesso direttore ha evidenziato come lo streaming sia stato un utile strumento per promuovere maggiormente la musica e per scovare nuovi talenti in questo vasto panorama.

Inoltre, secondo uno studio condotto nel 2013, sembrerebbe che, nonostante i fan metallari siano spesso etichettati e stereotipati come incazzati, alienati e ribelli, proprio quest’ultimi abbiano dimostrato di essere maggiormente di mentalità aperta, di avere meno atteggiamenti negativi nei confronti delle autorità, di avere un grosso bisogno di esprimere la propria unicità e di essere meno religiosi rispetto ai normali “comuni mortali” che preferiscono rivolgere le loro attenzioni verso altri artisti e generi musicali più in voga.

Qualcuno di voi si ritrova nella descrizione fornita da questo studio? Sì? Allora le sorprese non finiscono qua: secondo il dottorando Michael Friedman, chi apprezza e ama il metal, considerato intenso e ribelle, si dedica all’attivismo civile. Ne sono un esempio tutti i musicisti e i fan, che stanchi di sentirsi estranei ed alienati a causa della scarsa autostima, hanno deciso di dedicarsi al metal per cercare ispirazione e supporto e, come sottolineato proprio dallo psicologo: “un fan che ama il pop va e viene. Un fan che ama i Metallica rimarrà tale per tutta la vita”.

Voi ne siete convinti? Noi sì… e a quanto pare lo è anche il grande Biff Byford dei Saxon che, in un’intervista rilasciata a Independent.co.uk nel 2010, aveva dichiarato che l’heavy metal è una musica tribale in grande di unire le persone, rendendole appunto una sorta di tribù, specificando anche che non importa di cosa si parli nelle canzoni, l’importante è che il pubblico recepisca bene quello che vuoi trasmettere, poiché la musica è una sorta di connessione intensa, in grado di unire le persone in modo quasi religioso.

heavy metal fans

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login