Heavy metal: “calmante” naturale, è la musica che vi rende più tranquilli!

Sembra che l’heavy metal davvero sia una sorta di paradiso per tutti gli amanti di questo genere musicale! Dopo averci dato prova di essere la musica più amata di tutte e di vantare addirittura un corso universitario proprio, arriva oggi una nuova testimonianza che rende questa proposta musicale ancora più appetibile: sembra, infatti, che ascoltare musica “estrema” quale l’heavy metal (o il metal in generale) renda le persone più calme.

A rivelarlo è uno studio effettuato all’Università del Queensland, più precisamente dalla studentessa Leah Sharman e dalla dottoressa Genevieve Dingle che avrebbe sperimentato su 39 studenti gli effetti scaturiti grazie all’ascolto del metal: agli studenti è stato, infatti, istigato un elevato stato di irritazione e sarebbe stato loro chiesto di raccontare alcuni episodi della propria vita legati a questo stato d’animo, come ad esempio problemi legati alla situazione finanziaria, amorosa e lavorativa; successivamente i comportamenti di queste persone sono stati monitorati per un totale di 10 minuti di silenzio o dopo 10 minuti di musica a loro scelta. Ciò che ne è scaturito è che dopo 10 minuti di ascolto, i livelli di ostilità, irritabilità e stress sono diminuiti, mentre invece il livello di ispirazione sarebbe aumentato notevolmente.

Un secondo dato raccolto è legato invece al tipo di musica scelta dagli stessi partecipanti: la metà di loro ha scelto brani con testi le cui tematiche parlano di rabbia e aggressività, mentre la restante percentuale avrebbero scelto pezzi che trattano l’isolamento e la tristezza.

In conclusione, questo nuovo studio rivelerebbe che l’effetto “calmante” derivato dall’ascolto dell’heavy metal derivi anche dal fatto che l’ascoltatore riesca ad esplorare una vasta gamma di sentimenti ed emozioni provate in quell’esatto momento…

Morale della favola: che vi sentiate tristi, delusi, amareggiati o incazzati, l’heavy metal sarà sempre un aiuto migliore di uno psicoterapeuta!

Slipknot_Mediolanum Forum_Milano_MairoCinquetti_03022015-2

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. maria luisa

    Ovvio, sempre migliore di uno psicoterapeuta! Di fatti entrare in contatto con questi stati d’animo significa trovare e adottare una modalità di entrare in relazione con l’altro più adattiva e funzionale. Perché pagare uno psicoterapeuta se si può ascoltare musica? Non è forse risaputo che la musica cura qualsiasi stato d’animo e problematica relazionale? Ma cosa dite?! Va bene tutto, ma affermare che la musica fa meglio di uno psicoterapeuta equivale a dire che l’aspirina cura tutti i mali.

    Reply
    • Tommaso Dainese

      Maria Luisa… era un commento leggero… a una news leggera… e quindi da prendere con… leggerezza 🙂

      Reply (in reply to maria luisa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login