H.E.A.T.: la data italiana rimandata a dicembre

Comunicato Hub Music Factory:

In ottemperanza ai provvedimenti emanati su scala mondiale per contrastare la diffusione del virus COVID-19, il tour degli H.E.A.T. è stato riprogrammato.

La nuova data si terrà domenica 20 dicembre 2020 sempre al Legend Club di Milano, ricordando che i biglietti acquistati per lo show di maggio rimangono validi per il concerto dell’anno prossimo.

I neonati H.E.A.T iniziano a guardarsi attorno nel 2007 e a suonare a tutti i più piccoli e impensabili concerti che gli passavano tra le mani: ciò li porta a conoscere l’attore di Hollywood svedese Peter Stormare, che li accoglie prontamente nella sua etichetta, portandoli a calcare numerosi palchi più o meno famosi ancora prima della pubblicazione del loro debutto.
Nel 2008 esce l’album d’esordio “H.E.A.T”, che si rivelerà un’enorme iniezione di energia per il genere: al suo rilascio la band intraprende un esteso tour in lungo e in largo per la Svezia.
Da lì in poi gli H.E.A.T continuano a crescere anno dopo anno, cercando di portare sempre qualcosa di nuovo ad ogni uscita senza però dimenticare le loro radici e i loro marchi di fabbrica: un sound possente e fiero, figlio della migliore tradizione hard rock.
Avvicinati spesso ai Treat o ai migliori TNT, gli svedesi propongono un rock melodico riconoscibilmente scandinavo ma influenzato dal fenomeno revival americano di fine Ottanta/inizio Novanta, trasudando maestria e passione per il genere.
L’epoca d’oro dell’hard rock rivive di nuovo in maniera convincente, scintillando di nuova luce, grazie anche alla produzione cristallina e ad uno spiccato buon gusto negli arrangiamenti.

––––––––––
🎵 H.E.A.T
📆 DOMENICA 20 DICEMBRE 2020
📍 LEGEND CLUB, MILANO

––––––––––

I biglietti già acquistati per la data di maggio restano validi

Image

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login