Gus G.: il nuovo album “Fearless” in uscita ad aprile, i dettagli

Gus G., chitarrista/mastermind dei Firewind, noto per la sua collaborazione con Ozzy Osbourne, ha annunciato la pubblicazione del suo nuovo album solista intitolato “Fearless“, che vedrà la luce il prossimo 20 aprile tramite AFM Records. La line-up che ha dato vita a questo nuovo full length comprende anche il bassista/cantante Dennis Ward (PINK CREAM 69, UNISONIC) il batterista Will Hunt (EVANESCENCE).

Il chitarrista greco, in una recente intervista, ha raccontato come è venuto in contatto con i due musicisti:

Io e Dennis lavoriamo insieme ormai da diversi anni; inoltre lui ha anche prodotto l’ultimo disco dei Firewind, fra le altre cose. Siamo praticamente sulla stessa lunghezza d’onda dal punto di vista musicale e abbiamo deciso, in maniera molto naturale, di continuare la nostra collaborazione. Io gli ho inviato i primi demo contenenti qualche idea per le mie nuove canzoni e non appena abbiamo avuto abbastanza materiale a disposizione e iniziato a pensare a dei possibili cantanti, Dennis mi ha suggerito di mettere su una formazione a tre per registrare l’album. Molte persone non sanno che Dennis, oltre ad essere un brillante compositore, bassista e produttore è anche un eccellente vocalist e così ho accettato subito il suo suggerimento perché ciò sarebbe stato qualcosa di completamente nuovo per me. Per quanto riguarda Will, posso dire che era fra i primi posti nella mia lista di potenziali batteristi. Il destino ha voluto che suonassimo insieme al Frankfurt music fair 2017, durante il mio tour con Steve Stevens e inoltre alloggiava nello stesso hotel in cui mi trovavo anche io. Così ci siamo incontrati, gli ho parlato della mia proposta e lui ha accettato.

Di seguito la tracklist e l’artwork di copertina:

01. Letting Go
02. Mr. Manson
03. Don’t Tread On Me
04. Fearless
05. Nothing To Say
06. Money For Nothing
07. Chances
08. Thrill Of The Chase
09. Big City
10. Last Of My Kind

Bonus tracks presenti su digipak/vinile:

11. Little Ain’t Enough
12. Aftermath

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login