Ghost: la campagna pubblicitaria pro Grammy

Gli svedesi Ghost potranno non piacere a tutti da un punto di vista musicale, ma di certo hanno molto da insegnare a chiunque lavori nel mondo del marketing.
Nominati ai Grammy Awards con la traccia “Cirice”, la band mascherata si contenderà con Lamb Of God, August Burns Red, Sevendust e Slipknot la palma di Best Metal Performance. Per l’occasione, i Ghost hanno lanciato una vera e propria campagna pubblicitaria per guadagnare voti e poter vincere l’ambito riconoscimento.
La campagna prevede una serie di pubblicità su varie riviste cartacee, un hashtag sui social media (#DontBeSilenced) e addirittura una clip audio, con tanto di “supplica di voto” ad opera della portavoce dei Ghost, Sister Imperator.

Di seguito la pubblicità cartacea promossa da Papa Emeritus III e compagni:

“Salve, fedeli fratelli e sorelle. Il fatto che stiate leggendo questa guida al voto è una prova della vostra devozione. Se non ne siete sicuri, abbandonate ogni dubbio in questo stesso momento. Non c’è che una possibilità di scelta.
Il voto che state per elargire rappresenta un piccolo, ma significativo momento nella vostra rivoluzione spirituale. Shhh…ascoltate. Riuscite a sentire? Il terribile silenzio degli ignoranti? La sfiducia e la rabbia delle masse?
Non c’è molto tempo, perchè la conclusione di questo conclave si avvicina inesorabile. Adesso tocca a voi scegliere…Ghost.”

Questo invece l’appello audio della misteriosa Sister Imperator:

Chissà se gli sforzi pubblicitari dei Ghost saranno premiati. Di certo lo scopriremo in occasione della cerimonia di assegnazione dei 58esimi Grammy, il prossimo 15 Febbraio.

Ghost1

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login