Geddy Lee (Rush): prime dichiarazioni dopo il ritiro di Peart

Solo poche ore fa vi abbiamo dato la notizia che lo storico batterista dei Rush, Neil Peart, ha annunciato il suo ritiro dalla scena musicale. Sebbene le cause di questa decisione vadano ricercate principalmente nelle condizioni fisiche di Peart (da tempo soffre di tendinite cronica) diverse versioni rimbalzavano in rete.

A mettere un punto a tutte queste indiscrezioni è intervenuto Geddy Lee, che in un’intervista a Prog ha dichiarato quanto segue:

Non c’è molto altro da aggiungere. Credo che Neil abbia esposto le ragioni che l’hanno portato a non andare più in tour, visti anche i continui problemi fisici di cui soffre. Questo è tutto quello che posso dire. Ci riuniremo e ne parleremo. Ma dal mio punto di vista, non sono per nulla sorpreso dalle dichiarazioni di Neil. È lui che aveva la necessità di spiegare a milioni di persone il motivo per il quale non intraprendesse più tour.

Sul fatto che le dichiarazioni di Peart siano state estrapolate dal contesto nel quale erano state diffuse, Lee è laconico:

Credo che sia giusto. È il loro lavoro. Parlare di qualcosa quando non c’è nulla di cui parlare.

L’attenzione dei fan ovviamente ora si sposta sull’attività della band, da poco uscita con un DVD live, “R40 Live”. E su questo versante ancora non si hanno notizie in merito, fatta salva la volontà del chitarrista Alex Lifeson di continuare a suonare con i Rush.

Pasquale Gennarelli

view all posts

"L'arte per amore dell'arte". La passione che brucia dentro il suo cuore ad animare la vita di questo fumetallaro. Come un moderno Ulisse è curioso e temerario, si muove tra le varie forme di comunicazione e non sfugge al confronto. Scrive di Metal, di Fumetto, di Arte, Cinema e Videogame. Ah, è inutile che la cerchiate, la Kryptonite non ha alcun effetto su di lui.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login