Festival 2020: cancellati Wacken Open, Bang Your Head e Graspop Metal Meeting

La recente decisione di Angela Merkel di sospendere su tutto il territorio della Germania gli eventi che comportino grandi assembramenti, diffusa nel tardo pomeriggio di ieri, si ripercuote logicamente sui grandi festival metal, e iniziano ad arrivare le conferme definitive delle cancellazioni. Alle 09.00 di stamattina gli organizzatori del Wacken Open Air hanno diffuso un comunicato in cui si ufficializza la conferma della cancellazione dell’edizione 2020, la trentunesima per il festival. Il comunicato sarà poi aggiornato per le informazioni riguardanti il rimborso del biglietto (ricordiamo che anche l’edizione 2020 era sold out già da tempo). Un comunicato analogo è stato pubblicato poco dopo dagli organizzatori del Bang Your Head Festival, che hanno anche garantito che i biglietti acquistati per questa edizione (in programma dal 16 al 18 luglio a Balingen) saranno validi anche per quella del 2021.

Stiamo aspettando aggiornamenti dagli organizzatori di un altro festival tedesco, il Summer Breeze, mentre già da ieri, dal Belgio, gli organizzatori del Graspop Metal Meeting avevano annunciato la cancellazione dell’edizione 2020 a causa di un decreto analogo a quello emanato in Germania. In questo caso, però, sono già state annunciate le date dell’edizione 2021, dal 17 al 20 giugno.

Per quanto riguarda i festival metal esteri, al momento restano confermati il Barcelona Rock Fest (2, 3 e 4 luglio) e il Bloodstock Open Air (6-9 agosto), che anzi ha annunciato addirittura cinque nuove band in programma pochi giorni fa. Naturalmente, anche per questi festival aspettiamo le decisioni dei governi spagnolo e britannico, nonchè le normative future per viaggi e spostamenti.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login