Fear Factory: Dino Cazares – “Sono grasso. Quindi?”

Chissà se Dino Cazares dei Fear Factory aveva in mente il film “Grasso è bello” quando ha esposto, nel corso di una recente intervista, quella che si potrebbe sintetizzare come la sua filosofia di vita, inerente soprattutto certi commenti apparsi sui social che non riguardano il Cazares musicista, ma piuttosto il Cazares uomo, e il suo peso. Cazares non è certo l’unico musicista grasso nel mondo del metal, ma forse è uno di quelli più “bersagliato” da commenti sul web; comunque, a giudicare dalle sue dichiarazioni, sembra che non gliene importi poi più di tanto:

Cerco di leggere quanti più commenti possibili. Ovviamente, ci sono diversi siti, quindi non è facile leggerli tutti, ma leggo quelli che sono sulla mia pagina Facebook, quelli che sono su Twitter, su Instagram e su Blabbermouth. Leggo i commenti, li leggo dappertutto. Leggo un sacco di commenti divertenti che mi riguardano. Di solito sono commenti che parlano del fatto che sono grasso. Beh, comunque sia…sono grasso. Quindi? Non è un problema. Mi piace fare quello che faccio, suono la chitarra, ed è quello che mi importa. Quando suoni in una band, ti fai una scorza dura. Quando la tua band pubblica il primo disco e tu inizi ad essere più conosciuto, sei sotto esame sempre e tutti possono prenderti in giro. Con Internet, naturalmente, tutti possono lasciare qualsiasi tipo di commento. Non mi interessa. Sai cosa ti dico? Devi farti la pelle dura in modo che i commenti personali non ti colpiscano. Di solito, quando qualcuno mi prende in giro personalmente, io non la prendo sul personale. Ma quando dicono stronzate riguardo la mia musica, allora la prendo sul personale.

dino cazares

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. Fabio

    Grande Dino, fregatene delle critiche, mangiare è tanto bello 😉

    Reply
  2. tabatha

    bravo ciccio… ottima filosofia di vita

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login