Faith No More: Billy Gould sulla reunion “Qualcuno ha bisogno di soldi”

Billy Gould, bassista dei Faith No More, ha raccontato che il suo primo pensiero circa la reunion della band è stato un cinico “qualcuno ha bisogno di denaro“.

La band si era sciolta nel 1998, prima di tornare insieme nel 2009 per poi lanciare il settimo album “Sol Invictus” e tornare al Download festival il prossimo mese.

I Faith No More erano sicuri che non vi sarebbe stata alcuna reunion, finché il frontman Mike Patton ed il batterista Mike Bordin si sono incontrati al matrimonio del tastierista Roddy Bottum.

Gould – che in quel momento era fuori dagli Stati Uniti, racconta a Metal Hammer:

Ho scoperto volevano riunirsi e ho pensato fosse un po’ strano. La prima cosa che mi è venuta in mente è stata “qualcuno ha bisogno di soldi“. Ho avuto una sensazione molto negativa apprendendo la notizia. Ma quando sei lontano ricordi le cose negative, quando sei insieme, ricordi le cose positive.
Alla fine un giorno è capitato di essere tutti a Los Angeles e ho pensato “non ho niente da perdere“. E’ stata la prima volta che ci siamo trovati tutti nella stessa stanza dal 1999.
E’ stato molto più piacevole di quanto avrei potuto immaginare. Stare tutti lì nella stessa camera a ridere e raccontarci storie e aneddoti!

Patton riguardo il matrimonio di Bottum ha raccontato:

Ci siamo visti e ci siamo detti “mi manchi” “mi manchi anche tu“. Una volta ritrovati, il concetto della reunion è stato più facilmente concretizzabile!

FAITH NO MORE San Francisco - October 28, 2014 Dustin Rabin Photography 2680
FAITH NO MORE
San Francisco – October 28, 2014
Dustin Rabin Photography 2680

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login