Enuff Z’ Nuff: tre date live in Italia questo week-end

Comunicato Secondo Avvento:

Tornano in Italia gli ENUFF Z’ NUFF del leggendario CHIP Z’ NUFF!

Venerdì 22 Febbraio – MK Club – Carpi

Sabato 23 Febbraio – Revolver – San Donà (Venezia)

https://www.facebook.com/events/419216372153206/?ti=cl

Domenica 24 Febbraio – Slaughter Club – Paderno Dugnano (Milano)

https://www.facebook.com/events/1207214012788038/?ti=cl

Il quartetto di Chicago, tra i più amati dal pubblico hair metal, nel corso degli anni ha pubblicato una ventina di album tra inediti e live, suonando ininterrottamente in giro per il pianeta e mantenendo nel tempo un seguito leale e devoto.

L’ultimo spettacolare album, “DIAMOND BOY”, edito da Frontiers, ha rappresentato una nuova svolta per la band di Chicago: adorato dalla critica, è stato premiato da vendite impressionanti spingendo la band a riapparire, dopo anni, nelle classifiche di UK, Giappone e soprattutto Billboard e premiandoli con ripetuti sold out nei tour successivi.

Insieme a loro i THE LAST GREAT DREAMERS: la band inglese, grazie al loro rock melodico neo retrò è diventata una band di culto nella scena indie di oltremanica, e si appresta a conquistare anche il resto d’Europa

E ancora, in apertura, i SISKA: la band guidata dal virtuoso MATTIA SISCA è tra i nomi caldi della scena AOR europea: uno strepitoso album di debutto distribuito da Sony e tour in Europa e Sudamerica sono il loro biglietto da visita: già visti in Italia insieme a Blaze Bayley e soprattutto Skid Row, I SISKA sono decisamente in ascesa verticale!

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login