Drive, She Said: il nuovo album “Pedal To The Metal” ad aprile

Frontiers Music ha diffuso i dettagli del nuovissimo album dei Drive, She Said.

Pedal To The Metal“, questo il titolo del nuovo album, uscirà il 15 aprile per l’etichetta italiana. Il nuovo album è stato ancora una volta creato da Mark Mangold insieme ad Al Fritsch, sempre nel segno del melodic rock / Aor.

Le parole di Mangold:

“Abbiamo provato a scrivere questo album come se fossimo ancora negli anni 80/90, con l’aiuto però del tempo e delle moderne tecnologie di registrazione. In quegli anni era necessario scrivere una hit per avere un contratto. Questo album è stata una sfida perchè non volevamo clonare noi stessi ne tantomeno assomigliare alle tante band che poi hanno sviluppato questo genere. Volevamo però anche che quest’album fosse idealmente vicino al nostro primo lavoro. E ovviamente volevamo che fosse assolutamente over the top! Alla fine tutto ruota attorno ai brani e al fatto di divertirsi e nel dare ai fan qualcosa da… considerare”.

E’ disponibile un trailer del nuovo album e ricordiamo che la band sarà sul palco del Frontiers Rock Festival III il 23 aprile a Trezzo Sull’Adda (MI).

Tracklist:

1. Touch
2. Pedal To The Metal
3. In ‘R Blood
4. Said It All
5. Writing On The Wall
6. Rainbows And Hurricanes
7. Love Will Win In The End
8. Rain Of Fire
9. In Your Arms
10. I’m The Nyte
11. Lost In You
12. All I Wanna Do

Line-up

– Lead Vocals: Al Fritsch
– Guitars: Al Fritsch with additional guitars by Tommy Denander, Daniel Palmqvist, Jon Bivona, Ray De Tone, Ricky Wheels
– Keyboards: Mark Mangold, Al Fritsch
Bass: Ken Sandin, Al Fritsch, Paul St. James, Alessandro Del Vecchio
– Drums: Peter Yttergren, Pontus Engborg, Francesco Jovino, Kenny Aronoff
– Background Vocals: Goran Edman, Chandler Mogel, Ted Poley, Al Fritsch, Mark Mangold, Kevin Osborne, Randy Jackson, Thomas Vikstrom, Peppy Castro
– Vocal Duet on “In Your Arms”: Al and Fiona

Artwork

Drive She Said - Pedal to the Metal

 

tommaso.dainese

view all posts

Folgorato in tenera età dall'artwork di "Painkiller", non si è più ripreso. Un caso irrecuperabile. Indeciso se voler rivivere i leopardi anni '80 sul Sunset o se tornare indietro nel tempo ai primi anni '90 norvegesi e andare a bere un Amaro Lucano con Dead e Euronymous. Quali siano i suoi gusti musicali non è ben chiaro a nessuno, neppure a lui. Dirige la truppa di Metallus.it verso l'inevitabile gloria.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login