Disturbed: Draiman rimprovera chi scrive sms durante il suo concerto

Diversi artisti in ambito metal hanno lanciato a più riprese appelli ai fan che si recano ai loro concerti invitandoli a mettere via i telefoni cellulari durante i concerti. Ricordiamo ad esempio una dichiarazione fatta da Sebastian Bach l’estate scorsa. La sera del 23 marzo a Dallas, David Draiman dei Disturbed si è spinto oltre e ha rimproverato pubblicamente una ragazza (forse non è il caso di definirla proprio una fan) che avrebbe digitato messaggi sul cellulare per tutta la durata del concerto. Un video amatoriale ha ripreso il momento in cui Draiman, le cui parole sono sempre sostenute dal resto del pubblico, si rivolge alla ragazza.

Il rimprovero di Draiman:

Oh, voi su in galleria, che cosa devo fare con voi? Soprattutto con te, sì, tu, la bruna. Sì, ciao, come stai? Allora, cosa sta succedendo di così importante nel mondo per cui hai bisogno di mandare messaggi per tutto il fottuto concerto? Tutto il fottuto concerto! Sei in prima fila, ti ho potuto vedere bene tutto il tempo. Hai avuto la faccia sul tuo cazzo di telefono per tutto il concerto. Siamo così noiosi? Non dirmi di andare a fanculo; l’hai già detto guardando di nuovo nel telefono invece di prestarmi attenzione. Non mi sto sbagliandomi sto sbagliando? Se tu fossi qui e io fossi lassù e lo facessi a te, come ti sentiresti? E’ molto maleducato. Se non vuoi guardare, non guardare, ma non stare lì in prima fila in galleria di fronte al palco dove tutti ti possono vedere mentre mandi messaggi per tutto il fottuto tempo sul tuo cellulare. Almeno posso avere la tua parola che avrò la tua attenzione per il resto del set? Ecco, ora è incazzata. Pensa che le abbia fatto qualcosa di male. La adoro. Benvenuti nell’era di internet, signore e signori.

disturbedpromo

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login