Despised Icon: online il video di “Light Speed”

Comunicato stampa:

I pionieri canadesi del deathcore DESPISED ICON sono orgogliosi di pubblicare oggi il sesto album, “Purgatory” su Nuclear Blast. Per celebrare l’album, la band offre un lyric video della canzone “Light Speed”.

Il chitarrista Eric Jarrin commenta:

E’ con grande piacere che pubblichiamo il nostro nuovo album “Purgatory”. Abbiamo dato tutto quello che avevamo per questo disco e ci abbiamo messo tanto cuore e anima nel creare queste canzoni. Questo è DESPISED ICON al 100%!

“Purgatory” è disponibile nei seguenti formati:

– Jewelcase CD
– Grey w/ Black Splatter Vinyl

“Purgatory” – Track Listing:

01. Dernier Souffle
02. Purgatory
03. Light Speed
04. Slow Burning
05. Snake In The Grass
06. Vies D’Anges
07. Moving On
08. Unbreakable
09. Apex Predator
10. Legacy
11. Dead Weight

“Purgatory” è stato prodotto da Yannick St-AmandEric Jarrin e Alex Erian. La musica è stata registrata dall’ex chitarrista dei DESPISED ICON, attuale tecnico Yannick St-Amand mentre le voci sono state registrate dal caro amico Antoine Lussier degli ION DISSONANCE. Il mix e il master sono stati completati da Christian Donaldson dei CRYPTOPSY al The Grid di Montréal.

Questa è senza dubbio la loro avventura più dinamica fino ad oggi; i DESPISED ICON hanno arrangiamenti freschi ed energici che aspettano solo di vedere la luce del giorno sotto forma di “Purgatory.” Per molti anni la band ha gettato le basi del deathcore e ha capitanato diversi suoni e movimenti all’interno del genere.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login