Demolition Hammer: dopo la reunion potrebbe esserci un nuovo album

I Demolition Hammer, storici thrashers americani, sono stati di recente intervistati da Rock Hard tedesco in merito ai loro progetti futuri. Di seguito le dichiarazioni della band.

Riguardo alla reunion il chitarrista Derek Sykes ha spiegato:

Si tratta di qualcosa che tenevamo in considerazione già da lungo tempo. L’ultimo show in cui abbiamo suonato insieme, a parte l’ultimo (70000 Tons Of Metal, nda) è stato 35 anni fa. Io mi sono occupato della gestione del sito web e cose simili e mi sono accorto che le persone parlavano della band e l’interesse cresceva in maniera esponenziale. Quindi ho deciso di incontrare Steve (Reynolds bassista/cantante, nda) e gli ho detto ‘Hey che ne pensi di una reunion?’ e lui ‘Non so…’. Ci ha riflettuto per un po’ di tempo e io ero in attesa di una sua risposta mentre sempre più persone chiedevano un nostro ritorno. In seguito ci siamo messi in contatto con Jim (Reilly, il chitarrista, nda) ed è stato fantastico… di nuovo noi tre insieme a divertirci come un tempo; due anni fa abbiamo partecipato al Maryland Deathfest e i nostri amici Solstice hanno eseguito un nostro brano e le persone presenti sono andate letteralmente fuori di testa e questa cosa ci ha molto colpiti: questa è stata la spinta decisiva per riprendere in mano i Demolition Hammer. Così abbiamo rispolverato le chitarre e abbiamo ri-imparato quello che da circa 30 anni non suonavamo più.

Steve Reynolds, cantante e bassista ha aggiunto:

Derek mi aveva parlato di questa decisione di riformare la band dicendomi ‘Hey c’è un sacco di interesse a riguardo’ e gli ho risposto ‘Si certo, sei fuori, sei solo un illuso… a nessuno interessa Demolition Hammer’. Devo dire che non sono il tipo di persona che ha dimestichezza con Internet e con i social network come Facebook e simili. Derek continuava a insistere sulla questione e quando abbiamo suonato al Maryland Deathfest ho visto con i miei occhi che c’era un vero interesse da parte della gente e gli ho detto ‘Ok, non sei pazzo. Forse c’è qualcosa e potremmo tentare’. Ne abbiamo discusso con James e anche lui era d’accordo.

Sulla possibilità di un nuovo album Steve ha proseguito dicendo:

Ne abbiamo parlato. Eravamo talmente impegnati che con tutto il lavoro che c’era da fare da non aver vauto il tempo per pianificare un nuovo disco. Comunque stiamo continuando a discuterne.

James:

Vedremo come andranno le cose; dobbiamo prima focalizzare la nostra attenzione su nuovo materiale da scrivere e vedere cosa accade. Credo comunque che potremmo farlo; se rimaniamo fedeli a noi stessi senza tentare di essere ciò che non siamo, possiamo farcela. Dovrebbe funzionare.

Infine Derek:

Siamo veramente entusiasti di poter suonare della roba che non toccavamo più da 25 anni e suona ancora bene. Il prossimo passo è ‘Siamo capaci di scrivere del materiale in grado di competere con tutto quello che abbiamo realizzato 25 anni fa? Perchè se non ne siamo capaci, meglio non fare nulla. Questo è l’ultimo ostacolo da superare: possiamo ancora continuare? Lo scopriremo’.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login