Deep Purple: Ian Gillan registra un disco con la sua prima band The Javelins

In una recente intervista, Ian Gillan dei Deep Purple ha parlato dei suoi progetti paralleli e, in particolare, ha raccontato di aver registrato un album con la sua prima band, i The Javelins, fondata all’inizio degli anni ’60.

Ecco quanto dichiarato dal musicista:

“C’è un progetto con il quale ho appena finito di registrare ad Amburgo un disco che uscirà ad Agosto. Si tratta della mia primissima band, i THE JAVELINS, del 1962, e abbiamo registrato il materiale di quegli anni; comincerò a breve il lavoro di promozione per l’album, che contiene pezzi di Ray Charles, Buddy Holly, Howlin’ Wolf, Chuck Berry e cose così. Ho preparato il materiale con Steve Morris, il mio vecchio amico di Liverpool, ma la gran parte dei componenti della band non suona a livello professionale da più di 50 anni. Abbiamo inviato i brani, 16 pezzi, a tutti i membri del gruppo e abbiamo chiesto loro di esercitarsi come pazzi per sei settimane. Poi ci siamo incontrati ad Amburgo e abbiamo registrato 10 brani il primo giorno. Nel giro di due giorni, avevamo registrato tutte e 16 le tracce, abbiamo sistemato alcuni errori, girato un video e questo è quanto. E’ stato incredibile! Mentre ascoltavo i mix iniziali, ho pensato che lo stile era davvero quello del 1962, perchè i ragazzi non suonavano professionalmente da oltre 50 anni, ma ho pensato che era fantastico, davvero autentico!
Non si tratta di musicisti di oggi che cercano di sembrare retro, come ce ne sono molti, il sound è esattamente come lo ricordavo, e ne sono davvero emozionato.
Abbiamo tutti ormai 70 anni, ma eravamo come un gruppo di ragazzini in studio. C’erano le chiacchierate di sempre, le battute e lo stesso umorismo di un tempo.”

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login