Deen Castronovo (Journey): se non lo avessero arrestato “probabilmente ora sarei morto”

La scorsa estate Deen Castronovo, batterista dei Journey, è stato arrestato. Il processo è terminato con la condanna di Castronovo a quattro anni di prigione, per l’accusa di violenza domestica, aggressione, minacce, uso illegale di un’arma e coercizione.

Castronovo ha così commentato:

Chiunque abbia assistito all’accaduto rimane fermamente convinto del fatto che il mio comportamento sia dipeso da una psicosi indotta da un eccesso di droghe. Normalmente io sono un ragazzo che ama essere un padre ed un musicista.

Dopo la mia accusa a giugno, ho completato un programma di recupero della durata di 75 giorni presso uno dei migliori centri di trattamento per abuso di droga nell’Oregon. Ho subito capito quanto fosse diventata disastrosa la situazione. Ho fatto un voto con me stesso e la mia famiglia: non solo rimarrò sobrio, ma dedicherò del tempo a raccontare la mia storia, a promuovere la sobrietà e ad essere un buon esempio per i miei figli e dare un supporto per i diritti e l’assistenza delle vittime di violenza domestica.

Spero che raccontando la mia storia io possa aiutare a prevenire che qualcun altro commetta gli stessi errori che ho commesso io.

Quando sono stato condannato ho chiesto scusa alla mia ex fidanzata Deidra ed alla sua famiglia per tutto ciò che gli ho fatto passare.

So che Deidra non ha colpe per il mio comportamento e nemmeno delle conseguenze che ha affrontato per via di questo. Ancora una volta desidero scusarmi con lei e con la sua famiglia, con la mia famiglia, coi miei compagni di band nei Journey e con tutti i fan dei Journey. Mi dispiace di avervi deluso.

Sto prendendo i provvedimenti necessari per garantire che questo non accada mai più. Per quanto devastante sia stata per me questa cosa, so che è stato molto più devastante per Deidra e per i nostri figli. Se lei no avesse chiamato la polizia ed i pubblici ministeri non fossero intervenuti, probabilmente ora sarei morto.

Ho intenzione di concentrarmi sulla mia famiglia, trovare la felicità nella sobrietà ed aiutare gli altri che potrebbero aver preso la strada sbagliata per evitagli la distruzione.

DeenCastronovo

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login