Decapitated: formalizzate le accuse; le dichiarazioni della band

Come ormai tristemente noto, i Decapitated sono balzati agli onori della cronaca circa un mese fa, purtroppo non per particolari meriti musicali, quanto per essere stati accusati di stupro di gruppo a Spokane, nello Stato di Washington.

Di fronte alla formalizzazione dell’accusa di violenza sessuale, la band ha emesso una dichiarazione ufficiale:

“Vorrremmo sottolineare che la polizia di Spokane ha formalizzato le accuse in rispetto della procedura formale, se non lo avesse fatto avrebbe douto rilasciare la band. Non si tratta di detenzione, nè di una conferma di colpevolezza o innocenza.
Ancora una volta, chiediamo a tutti di aspettare che tutte le parti coinvoilte nel caso abbiano presentato la propria versione e che la corte abbia preso una decisione. Detto ciò, mentre ambo le parti preparano il caso, ci sono dei fatti ormai fuori da ogni dubbio – l’ufficiale che ha raccolto per primo le accuse ha dichiarato di non avere evidenza di stupro e sono trascorsi 30 giorni prima della formalizzazione delle accuse, che è il periodo dopo il quale gli accusati avrebbero dovuto essere rilasciati.
La band rifiuta fermamente ogni accusa e confida che, una volta visionati i fatti e le prove, i membri saranno rilasciati e potranno tornare a casa.
Tutti coloro che erano presenti quella sera e che possano avere informazioni sul caso sono invitati a rivolgersi all’avvocato della difesa, Steve Graham di Spokane, Washington.”

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login