Crematory: “Se non acquistate CD e non venite ai nostri concerti, ci sciogliamo”

Pochi giorni fa Markus Jüllich, batterista dei Crematory, ha pubblicato sulla pagina Facebook della band un lungo post, dai toni decisamente polemici e provocatori, nel quale accusa i fan della band di pigrizia e li invita, senza mezzi termini, ad acquistare i biglietti dei concerti del loro prossimo tour e i CD o i vinili del loro prossimo album, evitando il download e le piattaforme digitali. Tutto questo a circa un mese dall’uscita dell’album “Oblivion“, che verrà pubblicato il 13 aprile; Jüllich però avvisa anche che, se non si dovesse assistere a un’inversione di tendenza e a un incremento nelle vendite, la band potrebbe anche cancellare l’intero tour e sciogliersi. Ecco il testo del comunicato:

La fine dei Crematory? “Oblivion” sarà l’ultimo studio album e il tour in maggio sarà l’ultimo? Il nuovo studio album dei Crematory, “Oblivion”, sarà pubblicato venerdi 13 aprile 2018. Avevamo in programma di promuovere l’album con un tour, che dovrebbe iniziare il 27 aprile 2018 e dovrebbe continuare per tutto il mese di maggio in Germania. Questo accadrà solo se voi fan muoverete i vostri culi pigri e inizierete a comprare i biglietti per gli show programmati. Le prevendite sono orribili e cancelleremo completamente il tour se i numeri non cresceranno significativamente. La cosa più importante è che voi compriate il nostro nuovo CD e l’edizione in doppio vinile, perchè quando guardo le statistiche di vendita mi viene da vomitare. In questo periodo vendiamo molti più download e stream di quanto non vendiamo con i prodotti originali, e questa sarà la fine per tutte le band, perchè da questa merda non si guadagna niente se paragonata alle vendite dei CD. Di conseguenza, una band non può guadagnare soldi a sufficienza per produrre un album che suoni bene. Peggio ancora, tutto lo streaming sulle piattaforme merdose come iTunes, Spotify, Deezer, Napster e tutto il resto non fa guadagnare le band. Il nostro ultimo album, “Monument”, ha un milione e mezzo di streaming e non abbiamo venduto nemmeno l’1% in CD o vinili. Non può più andare avanti così! Non sono solo i Crematory a soffrire di questa situazione, ma solo noi abbiamo le palle di alzarci in piedi e dirvi com’è la situazione. Svegliatevi, metalheads, e iniziate ad onorare il valore della vera musica e tornate ad acquistare dischi. Non vogliamo che la musica venga sprecata e ridotta a essere immagazzinata in un hard disc, una chiavetta USB o una scheda SD dalla pessima qualità sonora. […] Cari fan, per favore, comprate CD ed LP e dimenticatevi dei download, altrimenti non ci sarà un altro album dei Crematory. Non rendete “Oblivion” il nostro ultimo lavoro e supportateci in tour. Iniziate a comprare biglietti, e potremo fare dei bellissimi concerti. Anche dopo 27 anni di vita, noi dei Crematory vogliamo ancora andare avanti, ma è tutto nelle vostre mani. Credete in voi stessi e soprattutto nei Crematory!

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login