Colony Open Air: confermati i Death Angel

Comunicato Barley Arts:

I Death Angel, una delle più longeve band della scena metal mondiale, faranno parte del cast dell’edizione 2017 del festival Colony Open Air all’Autodromo di Franciacorta a Castrezzato (BS) domenica 23 luglio. A far loro compagnia sul palco lo stesso giorno: Kaiserreich, Deceptionist, Hideous Divinity, Antropofagus, Belphegor, MGLA e molti altri che saranno annunciati prossimamente.

The Evil Divide” (Nuclear Blast, 2016) è l’ottavo album in studio del quintetto thrash della Bay Area. La band – Mark Osegueda (voce), Rob Cavestany (chitarra), Ted Aguilar (chitarra), Will Carroll (batteria) e Damien Sisson (basso) – sazia il suo appetito con riff veloci, frastuono di basso e una voce tagliente per dieci nuovi inni.

«Voglio che ogni nostro disco suoni sempre fottutamente affamato e disperato», dichiara Mark. «Un animale ferito è sempre un dannato animale. Lo sappiamo. Siamo sempre alla ricerca di qualcosa di più e ci mettiamo tutta la nostra forza finché i nostri corpi non cedono». «Sappiamo chi siamo», aggiunge Rob, «ci siamo concentrati su questo sound sia per i fan che per noi stessi».

Nell’intento di appropriarsi di quest’energia, il gruppo ha fatto di nuovo squadra col produttore Jason Suecof (Trivium, Deicide) per il terzo album di seguito e ha lasciato il nord della California per entrare nella roccaforte di Suecof in Florida, gli Audio Hammer Studios, per due mesi durante l’autunno del 2015.

«Puoi sentirlo: le cose sono andate lisce in tutti i sensi. Abbiamo fatto progressi come unità e siamo tutti giunti alle stesse conclusioni molto velocemente. Questo rende ancora più divertenti le registrazioni e i live», conclude Rob.

DEATH ANGEL

Domenica 23 Luglio 2017

Castrezzato (BS), Colony Open Air c/o Autodromo di Franciacorta

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login