Colony Open Air: Cambio di locatione e nuove direttive per motivi di sicurezza

Cambio di location per il Colony Open Air. Il festival è stato spostato da Capriolo all’interno del Parco del Pala Brescia (ex Pala Tenda situato in Via San Zeno a Brescia) per motivi di sicurezza.

Questo il comunicato stampa apparso sulla pagina ufficiale del festival:

Sono molto dispiaciuto di questo ulteriore spostamento, ben conscio che molti di voi hanno prenotato mezzi e hotel, ma purtroppo, in base alle nuove normative emanate pochi giorni fa dal Viminale, la location di Capriolo è stata ritenuta “non sufficientemente sicura” da parte delle Autorità preposte al controllo della Sicurezza Pubblica.

Le motivazioni ufficialmente addotte sono le seguenti:

– concomitanza la Domenica mattina con il passaggio di una corsa ciclistica dilettantistica nei pressi dell’area concerti dalle 08.30 alle 11.30 che non garantirebbe un adeguato servizio di controllo al concerto da parte della Polizia Municipale in quanto già impegnata nello svolgimento della corsa

– eccessiva vicinanza al casello autostradale che rende la location un obiettivo sensibile per eventuali attacchi terroristici

– la vicinanza di un polo estrattivo

Dopo la notizia brutta, la notizia bella, ma veramente bella: il Pala Brescia è una struttura eccezionale, facilmente raggiungibile sia in auto (poche decine di metri dall’uscita della Tangenziale Sud n° 7 San Zeno) sia con i mezzi pubblici (la fermata “Lamarmora” della metropolitana si trova a pochi minuti di distanza), dotata di tutti i confort possibili, bar, ristorante, parcheggi gratuiti di fronte all’ingresso, quindi direi una soluzione veramente eccellente

Restano naturalmente validi tutti i biglietti già emessi con la vecchia location.

Ringrazio pubblicamente tutte le persone che si sono attivate per aiutarmi nel trovare una location degna di questo nome nel giro di 48 ore e la Direzione del Pala Brescia per la disponibilità ad accoglierci nei loro spazi in così breve tempo e in questi tempi di “restrizioni”, a breve comunicheremo tutte le info riguardanti la manifestazione

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login