Code Orange: pubblicato il nuovo album, “Underneath”

Comunicato stampa:

Code Orange, band nominata ai Grammy, pubblicano oggi – venerdì 13 marzo – il nuovo album UNDERNEATH. Disponibile ora in tutte le piattaforme streaming“UNDERNEATH” contiene i singoli “Swallowing The Rabbit WholeUnderneath e Sulfur Surrounding.

Prodotto da Jami Morgan (Code Orange) e Nick Raskulinecz, con la co-produzione di Will Yip, UNDERNEATH” vanta anche la collaborazione di Chris Vrenna. Il mix è stato affidato a Yip, affiancato per l’occasione da Eric ‘Shade’ Balderose (Code Orange). UNDERNEATH” sta già racogliendo il consenso della critica specializzata, con NPR che lo descrive come “un organismo che divora suoni estremi – sludge, noise, metallic hardcore, doom, grunge, industrial e qualsiasi altra cosa in grado di infiammare il mosh pit – per dare forma a un metal caotico e senza compromessi”. Stereogum definisce UNDERNEATH” “un’opera concettuale sull’avvelenamento online…” e aggiunge “l’esperienza di ascoltarlo in cuffia è paragonabile alla sensazione di essere fatti a pezzi, arto dopo arto, da terminator cibernetici”. Metal Hammer UK incorona UNDERNEATH” con un perfetto 10 su 10: “un insegna al neon alta 1.000 piedi che il resto del mondo metal non potrà ignorare, il primo album a entrare di diritto tra i classici della nuova decade”. Kerrang! premia UNDERNEATH” con 5K: “uno dei più potenti, catartici, creativamente soddisfacenti e incredibilmente pesanti album di questa era”. Rolling Stone loda i Code Orange “melodie taglienti e un incredibile equilibrio tra suoni industrial e folgoranti riff”, mentre Revolver conclude “uno dei più colossali e migliori album influenzati dall’hardcore di tutti i tempi”.

Formati da Jami Morgan (batteria / voce), Eric ‘Shade’ Balderose (elettronica / chitarra / voce), Reba Meyers (chitarra / voce), Dominic Landolina (chitarra) e Joe Goldman (basso), i Code Orange nel 2017 hanno scosso il panorama metal con l’incredibile album “Forever”, una collezione di brani che mixava aggressività dell’hardcore e trame industrial e che ha portato alla nomination ai Grammy Award e a numerosi riconoscimenti da parte della stampa internazionale, tra cui Rolling Stone “20 Best Metal Albums of 2017”, Revolver “20 Best Albums of 2017” e The Independent “Top 20 Rock & Metal Albums of 2017”.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login