Chris Adler: i Grammy awards sono uno spettacolo pop, ma spera comunque che i Lamb Of God vincano

Ai microfoni di Elliot In The Mornind, Chris Adler, batterista dei Lamb Of God, esprime la sua opinione circa i Grammy awards, definendolo “uno spettacolo pop“. Spera comunque di vincere un premio in modo da poterlo regalare a sua madre.

Questo non è il tipo di premio al quale ambiando quando scriviamo musica. Ed il metal, secondo me, non dovrebbe nemmeno esserne parte.

Per il modo in cui i Grammy awards si presentano, si tratta fondamentalmente di uno spettacolo pop. Per quanto riguarda la composizione, come si trattano i testi e le melodie. Il metal, secondo me, non dovrebbe essere popolare. Non dovrebbe essere parte dell’evento, è musica per gli outsiders. E ribelle ed un po’ più aggressiva di quanto la maggior parte delle persone vorrebbe ammettere.

Sono felice che sia un genere rappresentato lì, ma penso che non ci sia modo che qualcuno lì capisca cosa stiamo facendo. Sì, io rispetto gli artisti coi quali competiamo, ma infondo si tratta di un concorso di popolarità.

I Lamb of God sono stati nominati nella stessa categoria nel 2007, 2010, 2011 e 2013 ma non hanno mai vinto. Quest’anno sarà la prima volta che non saranno presenti alla cerimonia in quanto occupati nel tour.

Adler aggiunge:

Abbiamo sempre partecipato alla cerimonia quando siamo stati nominati, forse il fatto che non ci saremo ci aiuterà a vincere. Manderò il mio papà forse. Avrà un discorso di circa 30 minuti da fare.

Spero di vincere un premio, lo darò a mia madre. Significherebbe molto per lei.

Lamb Of God Perform At Brixton Academy In London

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login