Ce l’ha a morte con i Queensryche!

Sulla message board del suo sito personale http://www.mikeportnoy.com , il batterista dei Dream Theater Mike Portnoy ha attaccato duramente i Queensryche dando loro delle fighette. Il motivo? La band di Seattle avrebbe prima rinunciato ad un pianificato tour americano con gli stessi DT, poi avrebbe soffiato loro il ruolo di terza band nel megatour che vedrà all’opera anche Iron Maiden ed Halford. Ecco il commento integrale di Mike, insulti compresi: "Penso di poter rivelare tutto, adesso che i piani sono finiti… Originariamente, stavamo organizzando un tour DT/Queensryche per agosto (eravamo arrivati anche a stabilire un itinerario di massima, che ora ho qui sulla mia scrivania). All’ultimo minuto, quelle fighette dei Queensryche si sono chiamati fuori dal tour dicendo che non volevano promuovere più il loro ultimo album e che volevano tornare in studio…(Penso che sia perchè, dopo avere sentito noi suonare SFAM, i loro fan avrebbero capito quanto fa schifo il loro disco!). Beh, questo ha fottuto totalmente noi e i piani che avevamo preparato per agosto, lasciandoci senza tour… Poi, dopo che tutto ciò era successo, abbiamo puntato al ruolo di band di apertura per il tour americano dei Maiden… sembrava che la cosa fosse *davvero* possibile finché, all’improvviso, non abbiamo scoperto che i Cheeseryche stavano cercando di ottenere quel posto… E indovinate? Sembra che l’abbiano ottenuto!!! E’ davvero una sfiga, percè un tour DT/QR sarebbe stato grande per i fan, mentre uno DT/IM ci avrebbe beneficiato molto… e ora per via di quei viscidi stronzi di Seattle, non abbiamo nessuno dei due tour! (Comunque suoneremo lo stesso in Europa coi Maiden, e questo è figo!). Beh… ora i nostri piani sono di fare un altra parte di tour da headliner in agosto con gli Spock’s Beard come band d’apertura, il che sarà grande e farà divertire tutti coloro che non sono potuti andare a vedere questa bill fino in Europa. Dettagli in arrivo…"

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login