Cattle Decapitation: ad agosto il nuovo album, “The Anthropocene Extinction”; disponibile il primo singolo

Qualche mese fa i Cattle Decapitation avevano annunciato di aver trascorso gli ultimi due anni a promuovere il loro ultimo album, “Monolith Of Inhumanity” e di essersi rinchiusi al Flatline Audio Studio di Dave Otero per dare un seguito al loro fortunato album, che ricordiamo ha debuttato alla posizione numero #177 della Billboard Top 200 chart, un’ottima posizione per una band così pesante.

Oggi la band annuncia che il loro settimo album si intitolerà “The Anthropocene Extinction” ed uscirà il prossimo 7 agosto tramite la Metal Blade Records. Come anticipazione, la band ha reso disponibile a questo indirizzo l’audio del primo singolo, nonché opening track del platter stesso: “Manufactured Extinct“, visibile tramite il player sottostante.

In merito al lavoro svolto in studio con Otero, il vocalist Travis Ryan afferma:

Dave è un produttore genuino. Ha un sacco di idee grandiose e questa volta lo abbiamo lasciato parlare religiosamente perché con “Monolith, il nostro precedente lavoro, aveva lavorato bene, ha fatto un buon lavoro. Abbiamo sempre co-prodotto i nostri dischi con qualsiasi produttore decidevamo di includere, ma per quel che riguarda gli ultimi due album abbiamo voluto prestare una maggiore attenzione a ciò che volevamo dire piuttosto che attenerci a ciò che inizialmente volevamo dire. Qualche volta ci siamo trovati a bocciare le sue idee e viceversa, ma quel tipo di discussione si è rivelata sempre benefica. Sostanzialmente lui è diventato una sorta di quinto membro della band e credo che questo tipo di rapporto che abbiamo creato sia il modo migliore di tirar fuori qualcosa da qualcuno.

Inoltre, in questa occasione i Cattle Decapitation hanno arruolato una gamma di special guest, che vede la partecipazione di Philip H. Anselmo nel brano “The Prophets Of Loss” e i suoi compagni di etichetta, gli Author & Punisher nella traccia intitolata “Plagueborne“, senza disdegnare la collaborazione di mr Jurgen Bartsch (Bethlehem) che ha prestato la propria voce in veste di narratore in “Pacific Grim“.

Ma le sorprese non finiscono qua! La band ci fa sapere anche di aver esteso ulteriormente la già longeva collaborazione con l’illustratore Wes Benscoter, che ha nuovamente collaborato con il quartetto per la realizzazione dell’artwork di questo nuovo album e lo stesso vocalist dichiara:

Ogni volta che lavoriamo con Wes, lui stesso diventa uno di noi. Come al solito, Benscoter ha concepito un’immagine impressionante che descrive i temi affrontati nel disco sfruttando uno stile incrollabile. L’artwork raffigura un cadavere borioso e distorto portato a riva su una spiaggia, è riverso sul proprio addome e butta fuori moltissima plastica. Laddove Monolith Of Humanity parlava di quel che la terra sarebbe potuta diventare, con “The Anthropocene Extinction ci siamo concentrati sull’ultimo respiro dell’essere umano, che a sua volta ricorda di ciò che attualmente sta succedendo agli albatross di Laysan nell’isola di Midway Atoll. Gli uccelli e la fauna acquatica dell’Oceano Pacifico stanno travisando la vastità enorme della plastica riversata in mare e si nutrono di questi oggetti, arrivando a morire e decomponendosi nel punto esatto in cui cadono a terra e espongono al mondo intero quel che accade nel nostro ecosistema, mostrando la parte più sconosciuta e inesplorata del nostro pianeta.

Questa la tracklist del CD:

1. Manufactured Extinct
2. The Prophets of Loss
3. Plagueborne
4. Clandestine Ways (Krokodil Rot)
5. Circo Inhumanitas
6. The Burden Of Seven Billion
7. Mammals In Babylon
8. Mutual Assured Destruction
9. Not Suitable For Life
10. Apex Blasphemy
11. Ave Exitium
12. Pacific Grim

Cattle Decapitation

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login