Casablanca: “Miskatonic Graffiti”, primo album di una trilogia

Miskatonic Graffiti” è stato una delle sorprese di questo 2015 hard’n’heavy. A metà tra classic rock e musical, tra Ziggy Stardust e H.P. Lovecraft, il terzo album dei Casablanca è diventato pure top album per la redazione di Metallus.it. Abbiamo scambiato qualche parola con Anders Ljung, cantante ma anche principale compositore della band, che ci ha svelato come “Miskatonic Graffiti” potrebbe essere il primo capitolo di una trilogia. La storia sembra già scritta e, vista la qualità dell’album, non possiamo che augurarci che la saga del “Phantom Warrior” possa avere lunga vita. Questo un estratto dalla nostra intervista.

Quello che puoi sentire in “Miskatonic Graffiti” è solo la prima parte della storia. Poi ci saranno il secondo e il terzo capitolo. La storia potrà coprire altri due album, questo è il piano per completare il racconto. Non siamo sicuri che i tre capitoli usciranno uno di seguito all’altro; forse in mezzo ci sarà un album “normale” dei Casablanca. Vedremo che succederà.

Nelle prossime parti del concept probabilmente ce ne sarà anche di più, ci saranno un numero maggiore di brani più lenti e sognanti. Ovviamente non mancheranno anche momenti più veloci, perché il secondo capitolo parla della caccia ma soprattutto dell’essere cacciati.

Anders-Ljung-Casablanca

tommaso.dainese

view all posts

Folgorato in tenera età dall'artwork di "Painkiller", non si è più ripreso. Un caso irrecuperabile. Indeciso se voler rivivere i leopardi anni '80 sul Sunset o se tornare indietro nel tempo ai primi anni '90 norvegesi e andare a bere un Amaro Lucano con Dead e Euronymous. Quali siano i suoi gusti musicali non è ben chiaro a nessuno, neppure a lui. Dirige la truppa di Metallus.it verso l'inevitabile gloria.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login