Carnifex: due date live in Italia in estate

Comunicato stampa:

I californiani CARNIFEX annunciano oggi il loro “European Summer Tour 2018”! La band sarà supportata durante alcuni degli show dai DYING FETUS, GOATWHORE, VENOM PRISON e TOXIC HOLOCAUST. Tutte le date sono indicate qui di seguito:

“European Summer 2018”
27.07. I Ceccano – Ciociaria Open Air
28.07. NL Steenwijk – Stonehenge Festival
29.07. F Nantes – La Scène Michelet
01.08. E Vigo – Sala Master
03.08. E Madrid – Caracol
04.08. E Barcelona – Razzmatazz 3
05.08. F Saint-Maurice-de-Gourdans – Sylak Open Air
06.08. I Rozzano (MI) – Circolo Svolta
07.08. A Wels – Schlachthof
08.08. A Klagenfurt – Stereo
09.08. CZ Jaroměř – Brutal Assault
10.08. D Dresden – Scheune
11.08. B Ieper – Ieper Hardcore Fest
12.08. B Arlon – L‘Entrepôt *
13.08. UK London – O2 Academy Islington #
14.08. UK Manchester – Academy #
15.08. D Oberhausen – Kulttempel #
16.08. F Pagney-derrière-Barine – Chez Paulette #
17.08. CH Zurich – Dynamo
18.08. D Dinkelsbühl – Summer Breeze Festival
*w/ DYING FETUS, GOATWHORE
#w/ DYING FETUS, GOATWHORE, VENOM PRISON, TOXIC HOLOCAUST

“Slow Death” è stato pubblicato il 5 Agosto 2016 su Nuclear Blast. E’ stato prodotto e registrato dai CARNIFEX e Mick Kenney (ANAAL NATHRAKH, BLEEDING THROUGH), e co-prodotto da Jason Suecof (DEATH ANGEL, CHELSEA GRIN, JOB FOR A COWBOY). “Slow Death” è stato mixato da Mark Lewis (THE BLACK DAHLIA MURDER, WHITECHAPEL, DEVILDRIVER, DEICIDE) ai Audiohammer Studios di Sanford, Florida. L’artwork della copertina è stato creato dal famoso artista e collaboratore di lunga data, Godmachine.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login