Cannibal Corpse: tutti i dettagli del nuovo album, “Red Before Black”

Si intitola “Red Before Black” il nuovo disco dei Cannibal Corpse la cui uscita è prevista per il prossimo 3 novembre. Il successore di “A Skeletal Domain” del 2014 è stato registrato presso i Mana Recording Studios in Florida con il produttore/ingegnere del suono Erik Rutan già al lavoro con la band per i dischi “Kill” del 2006, “Evisceration Plague” del 2009 e “Torture” del 2012.

Così viene presentato il quattordicesimo disco della band dal bassista Alex Webster e dal batterista Paul Mazurkiewicz:

Abbiamo sempre lavorato per rendere la nostra musica aggressiva e un disco come ‘A Skeletal Domain’ è dannatamente aggressivo. Per il nostro nuovo lavoro abbiamo utilizzato dei riferimenti diversi. ‘Red Before Black’ è suonato magistralmente come tutte le cose che abbiamo realizzato in precedenza, ma ha una freschezza che ci è mancata ultimamente.

Abbiamo lavorato duramente per queste canzoni, facendo sì che ogni nostro sforzo fosse finalizzato a portarle a un livello più alto rispetto ai dischi precedenti. Sono le canzoni con il suo più rabbioso che abbiamo mai avuto, oltre a essere il disco nel quale abbiamo riposto una maggiore attenzione nel prepararlo.

Di seguito la tracklist di “Red Before Black” e l’artwork di copertina:

01. Only One Will Die
02. Red Before Black
03. Code Of The Slashers
04. Shedding My Human Skin
05. Remaimed
06. Firestorm Vengeance
07. Heads Shoveled Off
08. Corpus Delicti
09. Scavenger Consuming Death
10. In The Midst Of Ruin
11. Destroyed Without A Trace
12. Hideous Ichor

Cannibal Corpse Red Before Black Cover Album 2017

Pasquale Gennarelli

view all posts

"L'arte per amore dell'arte". La passione che brucia dentro il suo cuore ad animare la vita di questo fumetallaro. Come un moderno Ulisse è curioso e temerario, si muove tra le varie forme di comunicazione e non sfugge al confronto. Scrive di Metal, di Fumetto, di Arte, Cinema e Videogame. Ah, è inutile che la cerchiate, la Kryptonite non ha alcun effetto su di lui.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login