Cadaver: il lyric video di “Let Me Burn”

Comunicato stampa:

Con spirito di vendetta e determinati a distruggere, i death metaller norvegesi, CADAVER, sono tornati in pista e sono pronti a regnare. Edder & Bile, il primo full length di questa nuova incarnazione della band originale di Anders Odden, è uscito oggi su Nuclear Blast. Per festeggiare, la band offre ai fan il lyric video di “Let Me Burn”.

Anders Odden commenta:

‘Let Me Burn’ mi è venuta in mente di notte, dopo una delle nostre intense giornate in studio nel gennaio 2019. Avevo appena trovato il riff d’apertura che mi ha portato su questa strada che è poi diventata la canzone. Quella sera pioveva a North Hollywood e spiccava la sensazione di malinconia e di oscurità. Avevo con me una registrazione del mio caminetto in Norvegia e sapevo che questo sarebbe stato un finale fantastico per l’album. La canzone parla di come tutti noi finiremo in cenere, non importa chi siamo e cosa facciamo. È un tema nichilista che ha ancora più significato per me ora, dopo aver affrontato la morte con la mia battaglia contro il cancro. Quando stavo per morire quest’inverno, ho sempre pensato di far suonare questa canzone a volume altissimo al mio funerale, con tutte le persone che dovevano leggere il testo durante la cerimonia. Poiché non sono ancora del tutto morto, la uso per dirvi che ho ingannato la morte, per ora. Lasciatemi bruciare. Non ho paura!

Edder & Bile è stato prodotto dalla band insieme ad Adair Daufembach che si è occupato della parte tecnica. L’album è stato registrato e mixato ai Northwood Sound Studios di Hollywood, CA. L’album include cameo vocali delle icone del death metal Kam Lee (MASSACRE) e Jeff Becerra(POSSESSED). La foto usata in copertina è stata scattata da Hannah Verbeuren e il layout è stato creato da Justin Bartlett.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login