Buckcherry: il bassista lascia la band

Jimmy Ashurst, da tempo bassista dei Buckcherry, non fa più parte della band. Di seguito riportiamo il testo del comunicato con cui la band ha annunciato la separazione.

Con i cuori pesanti e con grande difficoltà abbiamo deciso di separarci da Jimmy Ashhurst, nostro compagno nella band da molto tempo. Questa non è stata una decisione facile, nè una decisione presa in fretta. Non è nostra intenzione lavare i panni sporchi in pubblico per quanto riguarda le circostanze interne alla band che ci hanno portati a questa decisione. Ogni band ha i suoi problemi, e anche se abbiamo lavorato a lungo per cercare di minimizzarli e di lavorarci su, anche questa band ha dei problemi, come tutte le altre. Non vogliamo in alcun modo mettere Jimmy sotto una cattiva luce. Soltanto, abbiamo ritenuto che trovare un sostituto per Jimmy fosse l’interesse migliore per la band, che fosse sia la cosa migliore per Jimmy che la cosa migliore per il resto della band. Questo gli è stato comunicato con tutto il rispetto e nel modo più chiaro possibile. Gli era stata data l’opportunità, dopo avere manifestato per anni e liberamente il suo livello estremo di infelicità, di andarsene. Lui ha scelto di rimanere, stando in una situazione che non solo era sfavorevole per lui, ma che stava cominciando anche a far diminuire la felicità complessiva della band e il nostro livello creativo. Sentiamo che i nostri fan meritano di vedere, con il loro denaro guadagnato duramente, cinque ragazzi che vogliono essere lì dove sono e che sono grati per l’opportunità che hanno di fare musica. […] Auguriamo a Jimmy il meglio, è un gran musicista. Adesso è il momento di andare avanti. Il nostro ritardo nel darvi questa notizia è stato determinato dalla nostra ricerca di un sostituto adatto per il tour in Sud America. Date quindi il benvenuto a Kelly Lemieux, che si accollerà i doveri del bassista per le nostre rimanenti date del 2013.
Keith, Josh, Stevie e Xavier.

buckcherry

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login