Black Sabbath: Tony Iommi non riesce più ad andare in tour

E’ di pochi giorni fa l’annuncio del The End Tour, con cui i Black Sabbath chiuderanno la loro carriera live nel corso del 2016. I fan della band si saranno però chiesti quali sono i motivi che hanno spinto i Sabbath a concludere la loro attività live in questo modo. La risposta arriva da Tony Iommi, che nel corso di una recente intervista ha spiegato come non manchi l’amore per i concerti dal vivo, ma che è la fatica della vita on the road ad averli costretti a compiere questa scelta. Ecco le dichiarazioni del celebre chitarrista a riguardo:

Non ci riesco più. Il mio corpo non lo sopporterebbe più. Non voglio che il cancro torni, e il fatto di viaggiare per i tour dei Sabbath si fa sentire sempre di più. Questo è il motivo per cui faremo il tour finale, per dire i nostri arrivederci. E stavolta sarà veramente la fine. Non andremo mai più in tour. L’abbiamo fatto per cinquant’anni, è ora che ci fermiamo, non credete? E’ stato meraviglioso ma ora è il momento di chiudere. Non fraintendete, a me piace ancora fare concerti. Il problema è tutto il viaggiare e la fatica che ne consegue. Questo tipo di cose ha un grosso impatto su di me; possiamo anche volare il prima classe, alloggiare nei migliori hotel, usare le limousine più comode, ma il fatto di andare in tour richiede sempre un costo al corpo. Anche quando abbiamo dei giorni di riposo, devo fare esami del sangue ogni sei settimane, e per me è difficile esserci. Devi prendere un volo intercontinentale, arrivare da qualche parte alle cinque del mmattino e andare in un hotel. Poi ci sono il soundcheck, l’attività promozionale, il concerto stesso, dopodiché torni in hotel e ti butti a letto. Il giorno dopo ricominci e così via. Adoro essere su un palco e suonare con i Sabbath. Quello che non mi piace è fare tutte le altre cose che sono necessarie perchè questo possa succedere. Nessuno di noi può ringiovanire.

Aspettiamo quindi le prossime date del The End Tour, che interesseranno sicuramente anche l’Europa.

Tony Iommi

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login