Black Sabbath: il libro “The Illustrated Lyrics Vol. 1”

La Royal Publisher Of Oz ha annunciato la pubblicazione del libro “Black Sabbath: The Illustrated Lyrics Vol. 1: Supernatural Horror In Literature” che, in attesa della commercializzazione anche in Italia, sarà disponibile su Amazon per tutti gli appassionati.
“Black Sabbath: The Illustrated Lyrics Vol. 1: Supernatural Horror In Literature” fornisce un’approfondita analisi delle tracce contenute nell’album di debutto della band, “Black Sabbath”, oltre a quella delle prime canzoni “perdute”, suonate (e anche registrate) tra il 1968 e il 1969, nel periodo di passaggio da Earth a Black Sabbath.
Il libro sarà il primo di una serie composta da 8 pubblicazioni, con lo scopo di andare a fondo nell’interpretazione dei testi di una delle band più influenti del panorama rock/metal.
“Vol. 1: Supernatural Horror In Music” contiene:

• L’analisi delle tracce dell’omonimo album di debutto della band e di sette canzoni “perdute” composte tra il 1968 e il 1969.

• Oltre 170 bellissime immagini di alcuni tra i più grandi nomi dell’arte mondiale, dal mondo antico a quello contemporaneo, insieme ad alcune foto inedite dei Black Sabbath.

• Le prime due parti del saggio sulle influenze musicali e culturali dei Sabbath, insieme ad altre opere di saggistica sui processi interpretativi dei loro testi.

• Un booklet dedicato e rivisto per ogni testo, per correggere eventuali errori che si sono perpetrati negli anni.

Il testo è stato edito William Irwin, creatore della serie “Filosofia e Cultura Popolare” e del libro “I Black Sabbath e la Filosofia”, e da Rich Handley, e rappresenta una chicca veramente immancabile nella libreria domestica di ogni fan che si rispetti.

Black Sabbath - The Illustrated Lyrics Vol. 1

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login