Behemoth: il video ufficiale di “Rom 5:8”

Comunicato stampa:

Dopo avere dato alla luce il loro disco più avvincente di sempre, “I Loved You At Your Darkest”, i BEHEMOTH tornano di nuovo per diffondere il verbo profano. Il 24 gennaio la band pubblicherà “I Loved You At Your Darkest Tour Edition”, una perla nera nella loro discografia, comprendente la tracklist di “I Loved You At Your Darkest” con un nuovo artwork ad opera di Nicola Samori e in aggiunta un’esclusiva sessione a BBC Radio 1 e un inedito documentario, “Thou Darkest Art”, tratto dalla mostra in una galleria d’arte a Londra dell’anno scorso.

Oggi la band svela il video di “Rom 5:8”.

La band commenta:

Per festeggiare il monumentale inizio del tour europeo degli Slipknot, vi presentiamo con orgoglio il video ufficiale di ROM 5:8. Preparate le vostre voci, legioni, ne avremo bisogno!

“I Loved You At Your Darkest” è una pietra miliare nella storia dei BEHEMOTH, essendo non solo il disco di maggior successo del gruppo, ma anche un capolavoro audiovisivo: dal dettagliato artwork blasfemo alle canzoni feroci, ma al tempo stesso profondamente emozionanti, i BEHEMOTH hanno nuovamente giocato col fuoco, dando alle fiamme il bigottismo intransigente della cristianità.

La scorsa settimana è uscito l’EP digitale “Live At Maida Vale” contenente canzoni esclusive registrate a BBC Radio 1 Session, come “Wolves Ov Siberia”.

BEHEMOTH prenderanno parte al tour europeo degli SLIPKNOT “We Are Not Your Kind Tour”. Unica data italiana: 11.02 Milano – Mediolanum Forum.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login