Bay Fest 2018: il comunicato ufficiale sugli avvenimenti del Day 2

Gli organizzatori del Bay Fest, attualmente in svolgimento e che oggi vede la sua terza giornata, hanno pubblicato sui loro canali social un breve coomunicato riferito ad alcuni fatti avvenuti ieri sera, durante la seconda serata del festival, e che sembra siano inerenti ad alcuni disordini scoppiati tra il pubblico. Ecco il testo del comunicato:

Breve comunicato:
Non si può far finta di niente, il rammarico della direzione e dello staff di Bay Fest è pari al disdegno di chiunque abbia assistito agli sgradevoli fatti e reati che certi individui hanno commesso ai danni di alcuni malcapitati.
Come staff del festival ci prendiamo le nostre responsabilità per quanto concerne l’adeguatezza delle norme a riguardo, a prescindere dalle conseguenze e delle decisioni che il pubblico potrà prendere in futuro. Siamo dalla parte dell’umanità, siamo amareggiati e dispiaciuti in primis per le persone che hanno subito contusioni e in secondo luogo per il clima che si è creato attorno a quello che per noi deve essere un festival all’insegna di musica e ci assicureremo che continui ad esserlo. Ci siamo sempre vantati del nostro pubblico, quello punk, spesso visto come scapestrato e confusionario, ma mai maleducato e scorretto.
Ci rendiamo disponibili a ricevere segnalazioni che, assieme al materiale già raccolto, possano essere utili alle parti lese.
Bay Fest è contro ogni forma di violenza ed intolleranza sia politica che razziale.

Invitiamo i nostri lettori, se vogliono, a fornirci qualche chiarimento in caso avessero assistito ai fatti di cui
si parla. Il nostro Saverio Spadavecchia sta assistendo al festival ma non è stato parte degli avvenimenti.
Gli organizzatori comunicano inoltre che anche la terza giornata del festival è confermata e che i concerti di oggi si svolgeranno anche in caso di maltempo.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login