Axl Rose: “Sono stato io a propormi agli AC/DC come sostituto di Brian”

E’ nato prima l’uovo o la gallina? L’idea di Axl Rose negli AC/DC è venuta da Axl o dalla band? Almeno a questa domanda sembra che ci sia una risposta. Il giorno prima del concerto di Lisbona, che vedrà il debutto di Axl nella formazione australiana, è lo stesso frontman a dichiarare di essere stato lui a proporsi per primo quando è trapelata la notizia dei gravi problemi di udito di Brian Johnson:

Li ho chiamati io il giorno in cui ho letto la notizia, secondo cui c’era un problema con l’udito di Brian. Ho chiamato un ragazzo che è il loro manager di produzione…perchè sapevo che ci sarebbero stati problemi con le date in vendita e le date già vendute. Se avessi potuto essere d’aiuto, e se fossi stato capace di farlo, e loro fossero stati interessati, sarei stato contento di aiutare. Da qui è iniziato tutto. Non mi sono proposto dicendo: “Canterò per gli AC/DC”, ma più che altro come: “Ehi, se posso, e se loro credono che io sono in grado, sono qui”.

Axl Rose ha anche dichiarato di non sapere ancora se sarà in grado di cantare nel modo giusto i brani del repertorio degli AC/DC, soprattutto quelli più vecchi.

Molti brani di “Black In Black” sono molto difficili. Non dico questo volendo sembrare irrispettoso nei confronti di Brian. E’ un grande cantante e per me sarà una grossa sfida riuscire a cantare quei pezzi. Sto solo cercando di rendere giustizia ai fan.

Infine, Axl ha espresso i suoi pensieri sull’ormai imminente concerto di Lisbona:

Da una parte sono contento ed emozionato, ma credo che non sarebbe appropriato fare dei festeggiamenti; sarebbero a spese di qualcun altro. Non è questo il motivo per cui sono qui. E’ una situazione sfortunata.

L’intervista ad Axl Rose è stata concessa al canale BBC News.

Axl-Rose-Angus-Young-ACDC-photo

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login